Il piano di qualità dell'aria di Medellín, i progressi in corso: Consiglio - BreatheLife 2030
Aggiornamenti città / Aburra Valley, Colombia / 2018-07-31

Il piano di qualità dell'aria di Medellín, i progressi in corso: Consiglio:

Il consiglio comunale di Medellín concorda sul fatto che un piano globale sulla qualità dell'aria funzioni e discuta della velocità di attuazione

Valle di Aburra, Colombia
Forma Creato con Sketch.

Il cambiamento è nell'aria nell'area metropolitana della Valle di Aburrá.

Da Medellín, la più grande città della Colombia, la Valle di Aburra 30 giorni in cui l'allarme rosso per l'inquinamento atmosferico è stato attivato in 2016 fino a uno solo finora in 2018- un risultato che arriva subito dopo due decenni di radicale trasformazione urbana.

E 'stato un risultato celebrato in una riunione del consiglio sulla qualità dell'aria la scorsa settimana a Medellín, e uno il consiglio ha preso come parte della prova che PIGECA- o Plan Integral de Gestión de la Calidad del Aire (piano generale per la gestione della qualità dell'aria) - stava funzionando.

Mentre la celebrazione era temperato dalle preoccupazioni dei consiglieri che le misure per migliorare la qualità dell'aria venivano lanciate troppo lentamente, in particolare per quanto riguarda le fonti mobili, che sono responsabili del 80 per cento dell'inquinamento atmosferico a Medellín, il quadro generale è positivo.

Crescita drammatica nel trasporto privato in città negli anni 10 a 2015ha contribuito notevolmente alle sfide della qualità dell'aria della città: il numero di auto passate da 271,000 a 546,000 e le moto da 139,000 a un enorme 710,000.

La crescita esplosiva dei motocicli, in particolare quelli con motori a due tempi inquinanti, ha aumentato le emissioni di inquinamento delle particelle ultrafini, o PM2.5, che sono così piccoli da poter scavare nelle profondità più profonde dei polmoni e entrare nel flusso sanguigno e nel cervello, portando con sé loro inquinanti tossici.

"Dobbiamo evolvere da una giornata senza auto a un futuro di car-sharing. Il messaggio non dovrebbe essere che siamo nemici della macchina ma che ne stiamo facendo un uso irrazionale. Possiamo raddoppiare la capacità stradale della città senza costruire strade ", ha dichiarato il consigliere Daniel Carvalho Mejia, secondo a Tweet dal Consiglio.

Il commento di Mejia evoca la strategia di mobilità sostenibile di PIGECA, che richiede alle aziende e alle organizzazioni di implementare piani di riduzione degli spostamenti che includano il car-sharing e il telelavoro, tra le altre iniziative e sistemi di supporto. Allo stesso tempo, dà priorità agli investimenti metropolitani nella mobilità attiva e nei trasporti pubblici.

La regione ha una visione a lungo termine sull'inquinamento atmosferico.

In 1998, ha lanciato il Programma per la protezione e il controllo della qualità dell'aria dall'area metropolitana della Valle di Aburrá, che ha stabilito le basi per il primo piano di gestione della qualità dell'aria metropolitano, pubblicato in 2008.

Nonostante il successo, le dinamiche dell'area metropolitana richiedevano un nuovo piano globale che includesse le lezioni apprese dalle precedenti esperienze e la disponibilità di strumenti e strategie all'avanguardia.

Il piano era PIGECA 2017-2030, sviluppato dall'area metropolitana di Aburra's Valley in collaborazione con il Clean Air Institute, un'organizzazione internazionale con una vasta esperienza sulla gestione della qualità dell'aria nella regione dell'America Latina, e approvato e lanciato a dicembre 2017 dai sindaci 10 che costituiscono il corpo di governo dell'area metropolitana della valle di Aburrá.

"È uno dei piani più completi nella regione dell'America Latina, con obiettivi concreti, strategie di riduzione e impegni da parte di tutti i settori, con una strategia di comunicazione intrecciata", ha dichiarato il direttore di Environmental Health, Clean Air Institute, Juan J. Castillo.

Il piano pone l'accento sulle parti interessate della società civile. La sua preparazione in 2016 comprendeva workshop con gruppi di cittadini e i loro contributi sono stati incorporati nel piano, rendendo disponibili al pubblico le informazioni sulla qualità dell'aria.

Hanno partecipato alla sua preparazione anche specialisti locali e internazionali, funzionari governativi, il settore privato e organizzazioni della società civile.

Nello stesso anno, la città ha sperimentato gravi eventi di inquinamento atmosferico che hanno sollevato l'allarme sull'importanza di agire nella regione.

Il battesimo di PIGECA a causa dello smog

Nella stagione dello smog di marzo-aprile di 2016, quando un potente e prolungato fenomeno di El Niño, che riduce le precipitazioni e i venti, ha causato un'emergenza da inquinamento particolarmente grave e prolungata quello soffocò Medellín per quattro settimane.

Medellín è soggetta geograficamente a due stagioni di smog all'anno: quando la città passa da un clima secco a uno piovoso in marzo-aprile e settembre-ottobre, come un'aria più fredda e più densa, seduta sopra l'aria calda, intrappolando gli inquinanti nella valle.

Ma lo smog di 2016 tra marzo e aprile ha catapultato la qualità dell'aria al vertice della coscienza pubblica, fornendo lo slancio necessario per sforzi congiunti a sostegno dello sviluppo del piano per affrontare il problema e proteggere la salute pubblica.

Diversi gruppi di cittadini sono scesi in piazza con strategie innovative per rendere visibili al pubblico questo problema: Aire Medellin, La Ciudad Verde, Città a basso tenore di carbonio, Siclas, Bicitertulia, Ciudadanos por el Aire e Túnel Verde metti maschere sulla bocca e sul naso delle sculture "grasse" della città da Fernando Botero, artista di fama mondiale di Medellín, per richiamare l'attenzione su questa esigenza, chiedendo la pubblicazione di dati sulla qualità dell'aria.

L'azione di altri cittadini ha aggiunto lo slancio: una campagna centrata su modelli che indossano maschere per il viso in giro per la città, una petizione su Change.org "Attuare un piano globale ea lungo termine per migliorare l'ambiente di Medellín"Che ha attirato oltre le firme 12,000, centinaia di proposte dei cittadini al consiglio comunale, e innumerevoli editoriali nei media.

Preoccupato per la salute pubblica e considerando le opzioni per mitigare l'inquinamento, il sindaco di Medellín, Federico Gutiérrez, a pochi mesi dall'inizio del processo, ha preso la decisione di attivare "pico y placa", che ha impedito a determinati numeri di targa di guidare da determinati giorni giorni gratis, servizi gratuiti di metropolitana, cavo e tram e giorni ristretti in cui i bambini andavano all'asilo.

L'episodio segnò un punto di svolta nella consapevolezza pubblica per la regione.

Medellín a marzo 2016. Foto di Carlos Cadena.

"Grazie in parte alla pressione dei cittadini, i dati sulla qualità dell'aria sono pubblicamente disponibili online e il governo regionale ha iniziato a coordinare un piano di gestione della qualità dell'aria in collaborazione con cittadini, università, settore privato e autorità locali e nazionali di 2017", ha affermato Daniel Suarez , portavoce di Aire Medellín, nel marzo di quest'anno.

PIGECA è stato seguito dal firma del patto per l'aria pulita, che ha coinvolto il settore privato, le organizzazioni della società civile e le agenzie governative, e dovrebbe portare alla fornitura di combustibili più puliti alla città, tra le altre azioni importanti.

Nell'aprile di quest'anno, il primo autobus elettrico è rotolato sulle strade di Medellín per unirsi alla flotta del sistema Metroplus, in quanto il Consiglio comunale ha approvato una risoluzione in cui si chiede che tutti i nuovi autobus siano elettrici.

"Abbiamo un obiettivo molto chiaro, che è quello di diventare la capitale latinoamericana della mobilità elettrica nel paese", ha detto il sindaco Gutiérrez di Medellín in occasione di un evento al World Cities Summit a Singapore la scorsa settimana.

"Entro il prossimo anno, cambieremo l'intera flotta di autobus", ha detto, "e iniziando da 2018, introdurremo una flotta di taxi elettrici".

Monitoraggio della qualità dell'aria e alta consapevolezza pubblica essenziale per risolvere l'inquinamento atmosferico

Qualsiasi differenza che gli sforzi della città rendono alla qualità dell'aria può ora essere osservata da chiunque: come ha sottolineato Suarez, i dati sulla qualità dell'aria sono ora facilmente disponibili, diffusi ogni ora online e attraverso un App, raccolti attraverso una rete di monitoraggio che include una vasta componente di citizen scientist che opera da 2015.

"Abbiamo stazioni di monitoraggio della qualità dell'aria 40 che rappresentano più della metà di tutte queste stazioni nel paese", ha dichiarato il sindaco Gutiérrez.

Contribuire a questi è Ciudadanos Científicos (Citizen Scientists), un progetto locale di scienza, tecnologia e istruzione sviluppato da Sistema di Tempeste del Valle di Aburrá (SIETA) e finanziato dall'area metropolitana della valle di Aburrá.

Prende letture minuto per minuto su temperatura, umidità e PM2.5 (particolato molto fine) dai punti di monitoraggio 250, tutti nelle case e nei luoghi di lavoro che hanno accettato di alloggiare un sensore a basso costo sviluppato da SIATA per misurare la qualità dell'aria.

Medellín in giugno 2018. Il paesaggio della città ha reso la funivia una parte essenziale del sistema di trasporto pubblico nelle prime fasi. Foto di Edgar Jiménez.

Medellín in giugno 2018. Foto di Edgar Jiménez, CC BY-SA 2.0.

Quando i livelli di inquinamento dell'aria salgono a livelli insalubri, misure di emergenza sotto Piano Operacional para Enfrentar Episodios de Contaminación Atmosférica(POECA) sono attivati.

PIGECA obbliga la città a rafforzare la sua capacità di implementare il POECA, periodicamente revisionarlo e utilizzarlo come strumento per rafforzare la consapevolezza e la cultura dei cittadini a favore del miglioramento della qualità dell'aria.

L'abilità di POECA di rendere visibile il problema della qualità dell'aria è data enfasi, perché non è solo un sistema reattivo; include una fase di prevenzione, oltre a diversi livelli di attivazione con azioni specifiche che corrispondono a diversi gradi di qualità dell'aria.

"Gli sforzi non dovrebbero venire solo dal governo e dalle istituzioni; dobbiamo anche fare in modo che le persone siano consapevoli delle sfide e dei problemi, che è l'unico modo per trovare soluzioni e affrontare le sfide. Tutti i settori sono importanti: pubblico, privato e cittadino ", ha dichiarato il sindaco Gutiérrez.

Ad aprile, nell'ambito degli sforzi di comunicazione di PIGECA, un gruppo di giovani di Medellín divenne il primo gruppo di rappresentanti per diplomarsi in un programma di formazione per diventare leader civici per promuovere il cambiamento per una città più sostenibile.

Un gruppo di giovani leader di 150 del programma "You are the leaders" si è laureato e ha incontrato il sindaco Gutierrez, chiedendo un impegno più attivo nell'affrontare le questioni cittadine.

Nello stesso mese, l'area metropolitana della Valle di Aburra ha firmato aaccordo di collaborazione con università localisostenere la ricerca sulla qualità dell'aria e sulla salute.

E, proprio la settimana scorsa, l'Area metropolitana, in collaborazione con Explora Park di Medellin, ha presentato la strategia Mobile AIRE, creato per dare ai cittadini una comprensione pratica attraverso le attività sperimentali dell'impatto di diverse azioni sulla qualità dell'aria e per contribuire al miglioramento della città.

L'area metropolitana della Valle di Aburrá, in compagnia del Parco Explora di Medellin, ha presentato la strategia Mobile AIRE, in modo che i cittadini possano capire, attraverso attività sperimentali pratiche, la questione dell'inquinamento e l'impatto delle diverse azioni per contribuire al suo miglioramento.

Fa parte della vasta e coerente comunicazione pubblica che i sette gruppi di cittadini hanno sollecitato negli ultimi anni.

"Abbiamo bisogno del governo per attuare strategie di comunicazione che consentano di comprendere la scarsa qualità dell'aria come un problema strutturale e non temporaneo", ha affermato Suarez.

"Se le persone conoscessero i numerosi effetti dell'inquinamento atmosferico sulla loro salute e sulla salute dei bambini giovani e persino non ancora nati, penso che sarebbero più disposti ad agire", ha detto Suarez.

Ma, come i Consiglieri, i gruppi di cittadini ritengono che l'azione debba essere accelerata.

"Abbiamo bisogno di decisioni più coraggiose per rendere il trasporto pubblico più sexy, per promuovere la mobilità delle biciclette e per scoraggiare l'uso di veicoli privati", ha detto Suarez.

Con cittadini e rappresentanti delle città sulla stessa pagina per quanto riguarda l'inquinamento atmosferico, Medellín sembra continuare la sua storia di trasformazione urbana, questa volta su un problema che affligge la maggior parte delle città di tutto il mondo.