"Praticamente tutti" hanno proposto azioni per il clima nel Regno Unito fino al 2050 che potrebbero ridurre drasticamente l'inquinamento atmosferico - BreatheLife2030
Aggiornamenti di rete / Regno Unito / 2020-07-07

"Praticamente tutti" hanno proposto azioni per il clima nel Regno Unito fino al 2050 che potrebbero ridurre drasticamente l'inquinamento atmosferico:

Il viaggio del Regno Unito verso l'obiettivo di emissioni nette zero di gas a effetto serra potrebbe migliorare drasticamente la qualità dell'aria, se i responsabili politici gestiscono con attenzione le transizioni tecnologiche e i nuovi pericoli

Regno Unito
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 2 verbale

Il viaggio del Regno Unito verso l'impegno dei cambiamenti climatici di emissioni nette zero entro il 2050 dovrebbe anche ridurre l'inquinamento atmosferico in quasi tutti i settori, compresi i trasporti, la produzione di elettricità e l'agricoltura.

Questa è la conclusione di un rapporto pubblicato alla fine del mese scorso dal gruppo di esperti sulla qualità dell'aria del Dipartimento per l'ambiente, l'alimentazione e le questioni rurali (DEFRA), che ha esaminato le possibili implicazioni sulla qualità dell'aria di 47 azioni individuali proposte dal Commissione per i cambiamenti climatici che supportano una traiettoria verso il obiettivo zero netto.

Ha scoperto che "praticamente tutti", in 15 diversi settori di emissioni, dall'agricoltura e dall'uso del suolo ai rifiuti, potrebbero portare a risultati della qualità dell'aria notevolmente migliorati, ma il diavolo è nei dettagli.

Era fondamentale che i responsabili politici prestassero attenzione al "come" della diffusione di nuove tecnologie e alla gestione di nuovi pericoli, così come hanno fatto al "cosa".

Rendere le flotte di trasporto su strada e ferrovia libere dalle emissioni porterà a guadagni precoci e "molto significativi" della qualità dell'aria riducendo gli ossidi di azoto e i composti organici volatili nelle città.

“Durante la crisi COVID-19 l'abbiamo visto avere meno benzina e diesel sulle strade ha ridotto drasticamente i livelli di biossido di azoto nelle città di tutto il paese. Se la flotta nazionale fosse convertita in elettrica, ci aspetteremmo di vedere miglioramenti simili " disse Il professor Alastair Lewis del National Center for Atmospher Science e dell'Università di York, che presiede il gruppo di esperti sulla qualità dell'aria.

"L'inquinamento atmosferico ha una gamma complessa di fonti, e non vi è alcuna garanzia che tutti i tipi di inquinamento cadranno insieme. Ad esempio, i veicoli elettrici continueranno a creare inquinamento da particelle da abrasione della superficie stradale e usura dei freni. Per questo motivo, camminare, andare in bicicletta e i trasporti pubblici rimangono le opzioni più pulite per passare a emissioni nette pari a zero ”, il professor Lewis disse.

"Allo stesso modo, i miglioramenti diffusi nell'efficienza energetica negli edifici dovrebbero ridurre la domanda di riscaldamento degli ambienti, ma i benefici per la salute sono pienamente realizzati solo se i costruttori scelgono materiali che non influenzano negativamente la qualità dell'aria interna", ha disse.

Le azioni proposte avrebbero comportato alcuni "miglioramenti immediati in alcuni parametri primari della qualità dell'aria", ma avrebbero raccolto importanti riduzioni degli inquinanti secondari (come il particolato e l'ozono a livello del suolo, formati dalle reazioni di metano, composti organici volatili e ossidi di azoto) "verso la fine" della transizione verso emissioni nette zero.

Esistono significative sovrapposizioni quando si tratta delle fonti di inquinanti atmosferici legati a una miriade di impatti negativi sul corpo umano da esposizione a breve a lungo termine e di gas a effetto serra che causano il riscaldamento atmosferico (anche se alcune emissioni, un certo numero di inquinanti climatici di breve durata , come il carbone nero e l'ozono a livello del suolo, fanno entrambe le cose).

I ricercatori si aspettano che le concentrazioni di inquinanti atmosferici tipicamente coesistano con l'anidride carbonica durante la combustione di combustibili fossili, come ossidi di azoto, carbonio nero, composti aromatici policiclici e monossido di carbonio, probabilmente diminuiranno in modo significativo quando diminuisce l'uso di combustibili fossili.

Poco più di un anno fa, il governo del Regno Unito ha dichiarato l'obiettivo attuale di emissioni nette pari a zero entro il 2050, più rigoroso del precedente obiettivo di riduzione dell'80% rispetto ai livelli del 1990 e uno dei più ambiziosi al mondo.

Secondo al governo del Regno Unito, l'inquinamento atmosferico è la più grande minaccia ambientale per la salute nel paese, dove l'esposizione a lungo termine agli inquinanti atmosferici rappresenta tra i 28,000 e i 36,000 decessi all'anno.

Foto banner: © Copyright Stephen Richards e concesso in licenza per riutilizzare sotto questo Creative Commons License.