Aggiornamenti di rete / In tutto il mondo / 2022-10-19

Adottare l'azione prescritta alla COP27:
Gli operatori sanitari che proteggono il presente dei nostri bambini stanno cavalcando per proteggere il loro futuro

L'appello per un Trattato di non proliferazione dei combustibili fossili, da parte dell'OMS, centinaia di istituzioni sanitarie e oltre 1400 operatori sanitari, chiede ai governi di concordare urgentemente un piano legalmente vincolante per eliminare gradualmente l'esplorazione e la produzione di combustibili fossili, per porre fine alla dipendenza globale da combustibili fossili.

www.era.com
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 3 verbale

Gli esperti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la dott.ssa Diarmid Campbell Lendrum e la dott.ssa Samantha Pegoraro si uniranno a un gruppo di pediatri e altri professionisti della salute in bicicletta da Ginevra, in Svizzera, a Napoli, in Italia per "Cavalca per la loro vita”, in viaggio verso la COP27.

1500km cavalcare, in partenza da Ginevra, in Svizzera, il 18 ottobre, si uniranno operatori sanitari di tutto il mondo per richiamare l'attenzione sulle crisi del clima e dell'inquinamento atmosferico e sui loro effetti devastanti sulla salute e sul futuro dei nostri bambini. Consegneranno il Lettera di prescrizione per un clima sano e una chiamata per a Trattato di non proliferazione dei combustibili fossili alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, COP27 in Egitto.

"Sono entusiasta di salire sulla mia bici per 'Ride for their Lives' per aiutare a evidenziare gli impatti sulla salute della crisi climatica e la morte causata ogni 5 secondi dall'inquinamento atmosferico, ha affermato il dott. Diarmid Campbell-Lendrum, capo dell'unità dell'OMS , Dipartimento Ambiente, Cambiamenti Climatici e Salute. L'Oms chiede ai governi di condurre una graduale, giusta e rapida eliminazione dei combustibili fossili, per raggiungere un futuro di energia pulita che protegga il nostro pianeta e garantisca vite più lunghe e più sane".

Gli operatori sanitari posano di fronte ai Pollution Pods, installati alla fine della corsa al Gartnavel Hospital di Glasgow, per la COP26 di ottobre 2021. Foto di Climate Acceptance Studios

La lettera di prescrizione per un clima sano, firmata da organizzazioni che rappresentano 46 milioni di operatori sanitari in tutto il mondo, invita tutti i governi e i leader mondiali "a scongiurare l'imminente catastrofe sanitaria limitando il riscaldamento globale a 1.5°C e a rendere la salute umana e l'equità un elemento centrale per tutto il clima azioni di mitigazione del cambiamento e adattamento”. L'appello per un Trattato di non proliferazione dei combustibili fossili, da parte dell'OMS, centinaia di istituzioni sanitarie e oltre 1400 operatori sanitari, chiede ai governi di concordare urgentemente un piano legalmente vincolante per eliminare gradualmente l'esplorazione e la produzione di combustibili fossili, per porre fine alla dipendenza globale da combustibili fossili.

L'inquinamento atmosferico è una delle maggiori minacce ambientali per la salute umana, insieme ai cambiamenti climatici. Quasi 99% della popolazione mondiale vive in luoghi in cui i livelli di inquinamento atmosferico superano le linee guida dell'OMS. L'UNICEF stima che approssimativamente un miliardo di bambini – quasi la metà di tutti i bambini nel mondo – sono a “rischio estremamente alto” degli impatti della crisi climatica.

"Ogni essere umano ha diritto all'aria pulita", ha affermato la dott.ssa Samantha Pegoraro, responsabile tecnico, dipartimento dell'ambiente, dei cambiamenti climatici e della salute. “I bambini sono colpiti in modo sproporzionato poiché i loro polmoni e il loro cervello si stanno ancora sviluppando. I bambini più poveri sono i più esposti, aumentando l'impatto delle disuguaglianze sociali".

"L'azione parla più delle parole, dobbiamo ridurre l'inquinamento atmosferico e incoraggiare i trasporti sostenibili, la mobilità attiva e l'attività fisica". Aggiunto il dottor Pegoraro che si unisce anche alla corsa da Ginevra ad Aigle.

A livello globale, l'inquinamento atmosferico uccide una stima 7 milioni di persone all'anno, contribuendo a condizioni respiratorie come l'asma, il cancro ai polmoni e le malattie cardiache. OMS di recente linee guida più stringenti sui livelli di inquinamento atmosferico, descrivendolo come "alla pari di altri importanti rischi per la salute globale come una dieta malsana e il fumo di tabacco".

Le cause dell'inquinamento atmosferico sono spesso le stesse delle cause dell'emergenza climatica: la maggior parte dell'inquinamento atmosferico deriva dalla combustione di combustibili fossili per l'energia, i trasporti e l'industria. Poiché le cause sono in gran parte le stesse, anche le soluzioni possono essere le stesse: aumento delle energie rinnovabili, mobilità elettrica, trasporto pubblico e più passeggiate a piedi e in bicicletta.

A proposito di Ride for Their Lives

Ride for Their Lives è stato lanciato nell'ottobre 2021 quando il personale ospedaliero pediatrico e i leader del settore sanitario hanno pedalato da Ginevra via Londra fino alla COP26 di Glasgow. Hanno consegnato sia la lettera di prescrizione per un clima sano, sia il rapporto speciale dell'OMS COP26 sui cambiamenti climatici e la salute ai delegati del governo delle presidenze della COP26 e della COP27. Basandosi sul successo, quest'anno la campagna è diventata globale e, in vista della COP27, ci sono molte corse in corso nel Regno Unito e all'estero. I motociclisti sono interamente autofinanziati e mostrano la loro dedizione a ispirare l'azione.

La corsa partirà dal Palais de Nations a Ginevra, in Svizzera, la mattina del 18 ottobre con l'OMS prima di dirigersi verso Aigle e poi Briga, sempre in Svizzera. Gli operatori sanitari stanno quindi pedalando attraverso l'Italia fino a Napoli, collegando gli ospedali lungo il percorso.