Affrontare la scarsa qualità dell'aria: lezioni da tre città - BreatheLife2030
Aggiornamenti di rete / Pechino, Città del Messico, Nuova Delhi / 2020-11-11

Affrontare la scarsa qualità dell'aria: lezioni da tre città:

Un nuovo rapporto della Banca Mondiale, Clearing the Air: A Tale of Three Cities, esamina le politiche e le azioni intraprese da Pechino, Nuova Delhi e Città del Messico per contrastare la scarsa qualità dell'aria locale e far crescere le loro economie

Pechino, Città del Messico, Nuova Delhi
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 4 verbale

Come possono i paesi far crescere le loro economie e tenere sotto controllo l'inquinamento atmosferico allo stesso tempo? Una nuova Banca Mondiale rapporto esplora questa difficile domanda, esaminando i tipi di politiche e azioni che tre città leader hanno intrapreso per affrontare la scarsa qualità dell'aria locale, fornendo lezioni ad altre città. Come segniamo Giornata mondiale delle città il 31 ottobre, questa ricerca sembra più tempestiva che mai.

L'inquinamento atmosferico rappresenta un grave rischio per la salute a livello globale, pesando sulle economie e sulla salute delle persone. Nel 2017, si stima che da 4.13 a 5.39 milioni di persone siano morte per esposizione al PM2.5, una delle forme più dannose di inquinamento atmosferico.  Questo è più del numero totale di persone morte di HIV / AIDS, tubercolosi e malaria messe insieme. Secondo la Banca Mondiale, il costo associato all'impatto sulla salute dell'inquinamento atmosferico da PM2.5 all'aperto è stimato in 5.7 trilioni di dollari USA, equivalente al 4.8% del PIL globale. ricercaLa pandemia COVID-19 evidenzia ulteriormente perché affrontare l'inquinamento atmosferico è così importante, con le prime ricerche che indicano i collegamenti tra inquinamento atmosferico, malattia e morte dovuta al virus.  Il rovescio della medaglia, i blocchi economici causati dalla pandemia, sebbene devastanti per le comunità, si sono tradotti in alcuni notevoli miglioramenti della qualità dell'aria ma questi miglioramenti erano incoerenti, in particolare quando si trattava di PM2.5. Tuttavia, i miglioramenti mostrano ciò che è possibile e forniscono nuovo impulso al cambiamento necessario.

L'inquinamento atmosferico è particolarmente elevato in alcune delle aree urbane a più rapida crescita del mondo, causato da una combinazione di più persone, automobili, combustibili fossili e combustione di biomasse, costruzione e scarso smaltimento dei rifiuti, nonché una rapida espansione incontrollata.   Anche l'agricoltura è una fonte importante, sottolineando la natura multiforme e transfrontaliera dell'inquinamento atmosferico. Come possono le città superare questo problema? L'ultimo rapporto della Banca mondiale, Clearing the Air: A Tale of Three Cities, ha scelto Pechino, Nuova Delhi e Città del Messico per valutare come gli sforzi attuali e passati abbiano migliorato la qualità dell'aria.

All'inizio degli anni '1990, Città del Messico era conosciuta come la città più inquinata del mondo e, sebbene ci siano ancora delle sfide, la qualità dell'aria è notevolmente migliorata. La concentrazione giornaliera di SO2, che contribuisce alle concentrazioni di PM2.5, è diminuita da 300 µg / m3 negli anni '1990 a meno di 100 µg / m3 nel 2018. I livelli di PM2.5 sono attualmente ben al di sotto dell'obiettivo intermedio 1 dell'OMS (35 µg / m3 ). Più recentemente, Pechino figurava in una lista delle città più inquinate del mondo, ma con politiche e programmi mirati, i livelli medi di PM2.5 sono scesi da circa 90 µg / m3 nel 2013 a 58 µg / m3 nel 2017.

Alla fine degli anni '1990, Nuova Delhi è riuscita ad affrontare la cattiva qualità dell'aria, implementando un ambizioso programma di conversione del carburante per i trasporti che ha fornito un certo sollievo ai suoi cittadini. Sfortunatamente, i livelli di qualità dell'aria si sono deteriorati da allora, portando i governi nazionale e dello stato di Delhi ad attuare nuovi piani d'azione che affrontano molteplici fonti di inquinamento. Prime indicazioni sono che la qualità dell'aria sta migliorando anche se i livelli di inquinamento rimangono alti e preoccupanti. Ad esempio, i livelli medi di PM2.5 nel 2018 erano di 128 µg / m3 malsani.

Dall'esame della traiettoria di queste città, abbiamo identificato tre elementi chiave per il successo:

Informazioni affidabili, accessibili e in tempo reale contribuiscono a creare slancio per le riforme

A Città del Messico, un'attenta analisi degli impatti dell'inquinamento atmosferico sulla salute dei bambini ha galvanizzato il sostegno pubblico per la prima strategia di gestione della qualità dell'aria della città. Il programma India National Air Quality Index ha messo i dati in tempo reale sui livelli di inquinamento nelle mani dei cittadini, consentendo loro di adottare misure di prevenzione e di chiedere il cambiamento. E a Pechino, i dati pubblici e in tempo reale dei monitor continui delle emissioni presso siti industriali e centrali elettriche hanno contribuito a ritenere responsabili gli operatori degli impianti e le autorità di regolamentazione.

Gli incentivi ai governi locali, all'industria e alle famiglie devono essere integrati  

I governi federali devono offrire in modo proattivo incentivi ai governi statali e municipali per implementare programmi di gestione della qualità dell'aria.  La mancata fornitura di tali incentivi in ​​India alla fine degli anni '1990 ha portato il governo a sviluppare piani ma non ad attuarli. Ciò ha portato la Corte Suprema indiana a intervenire per costringere il governo ad attuare misure politiche. Un recente programma del governo indiano per fornire sovvenzioni basate sulle prestazioni alle città per premiare i miglioramenti nella qualità dell'aria è un passo nella giusta direzione.

Analogamente, l'industria e le famiglie hanno bisogno di incentivi. Pechino, ad esempio, ha utilizzato i fondi del governo nazionale per fornire sussidi per i controlli di fine tubo e l'ammodernamento delle caldaie in centrali elettriche e fabbriche, sconti per la demolizione di veicoli più vecchi e pagamenti alle famiglie che sostituiscono le stufe a carbone per sistemi a gas o elettrici. Città del Messico ha concesso sussidi diretti ai conducenti di vecchi taxi in cambio del ritiro e della rottamazione di veicoli inefficienti, insieme all'accesso a prestiti a basso costo per rinnovare o acquistare veicoli più efficienti. Sono stati inoltre introdotti incentivi fiscali ed esenzioni dalle restrizioni di emergenza che richiedono agli impianti industriali di ridurre la loro produzione quando l'inquinamento atmosferico raggiunge livelli elevati. Alla fine degli anni '1990, il governo di Delhi ha fornito incentivi finanziari per consentire a 10,000 autobus, 20,000 taxi e 50,000 veicoli a tre ruote di convertirsi al gas naturale compresso, che ha emissioni inferiori rispetto ad altri combustibili fossili.

Un approccio integrato con istituzioni efficaci che lavorano in tutti i settori e le giurisdizioni è fondamentale

L'inquinamento atmosferico non conosce confini e richiede una prospettiva di gestione basata sull'airshed. Ciò a sua volta richiede un approccio che sia trasversale alle giurisdizioni e alle autorità.  La Commissione per l'ambiente della Megalopoli in Messico ha riunito le autorità federali dei ministeri dell'ambiente, della salute e dei trasporti con le autorità locali di Città del Messico e 224 comuni degli stati confinanti del Messico, Hidalgo, Morelos, Puebla e Tlaxcala. Insieme, hanno definito congiuntamente un airshing per Città del Messico e hanno intrapreso azioni coordinate per migliorare la qualità dell'aria. La scarsa qualità dell'aria proviene da molte fonti - famiglie, abitanti delle zone rurali e urbane, industria dei trasporti, settore elettrico e agricoltura - ed è necessaria una struttura istituzionale che faciliti il ​​coordinamento in tutti questi settori. In Cina, i ministeri della Protezione Ambientale (ora Ministero dell'Ecologia e dell'Ambiente), Industria e Tecnologia dell'Informazione, Finanze, Abitazioni e Sviluppo Rurale, insieme alla Commissione Nazionale per lo Sviluppo e la Riforma e l'Amministrazione Nazionale dell'Energia, hanno collaborato per emanare un cinque- piano d'azione annuale per la prevenzione e il controllo dell'inquinamento atmosferico per l'intera regione di Jing-Jin-Ji che circonda Pechino e comprende il comune di Pechino, il comune di Tianjin, la provincia di Hebei e piccole parti di Henan, Shanxi, Mongolia interna e Shandong .

Ciò che è incoraggiante in questo nuovo lavoro è che mostra che con le giuste politiche, incentivi e informazioni, la qualità dell'aria può essere migliorata in modo sostanziale, in particolare perché i paesi lavorano per ricrescere più puliti dopo la pandemia. Non esiste un proiettile d'argento però e affrontare l'inquinamento atmosferico richiede un impegno politico sostenuto attraverso programmi globali e trasversali ai settori.  Alla Banca Mondiale, ci impegniamo a collaborare con i governi mentre gestiscono l'inquinamento atmosferico, fornendo lavoro analitico, assistenza tecnica e prestiti necessari per sostenere le città a muoversi nella giusta direzione.

Scarica il rapporto: Clearing the Air: A Tale of Three Cities