Le Accademie Nazionali di Scienze e Medicina pubblicano urgentemente un appello all'azione contro l'inquinamento atmosferico nocivo: BreatheLife 2030
Aggiornamenti di rete / New York City, Stati Uniti d'America / 2019-06-20

Accademie nazionali di scienze e medicina emanano un appello urgente all'azione contro l'inquinamento atmosferico nocivo:

La nuova iniziativa internazionale sottolinea la necessità di un'azione globale sull'inquinamento atmosferico poiché gli impatti sulla salute rimangono elevati

New York City, Stati Uniti d'America
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 4 verbale

Comunicato stampa della Coalizione per il clima e l'aria pulita

Cinque Accademie nazionali di scienze e medicina del Sudafrica, del Brasile, della Germania e degli Stati Uniti d'America hanno unito le forze per lanciare un appello urgente all'azione contro l'inquinamento atmosferico nocivo. Chiedono un nuovo patto globale per migliorare la collaborazione sul problema crescente e per i governi, le imprese e i cittadini ridurre l'inquinamento atmosferico in tutti i paesi.

Le accademie hanno lanciato la loro chiamata con la pubblicazione di una dichiarazione di politica scientifica, che è stata consegnata in una cerimonia presso la sede delle Nazioni Unite a New York, a rappresentanti delle Nazioni Unite e diplomatici di alto livello provenienti da Sudafrica, Brasile, Germania e Stati Uniti. Stati d'America.

Secondo la dichiarazione, gli investimenti pubblici e privati ​​sono insufficienti e non corrispondono alla portata del problema. L'inquinamento atmosferico è prevenibile. Con sufficiente azione si possono evitare sofferenze e morti dall'aria sporca. L'aria pulita è vitale per la vita sulla terra come acqua pulita. Il controllo e la riduzione dell'inquinamento atmosferico devono ora essere una priorità per tutti.

Le cinque Accademie Nazionali richiedevano un'azione immediata da parte di tutti i livelli della società. Ciò include una richiesta di controlli delle emissioni in tutti i paesi e un corretto monitoraggio dei principali inquinanti, in particolare il particolato fine (PM2.5). PM2.5 è uno dei più piccoli particolati nell'aria che respiriamo e può entrare e colpire tutti gli organi del corpo.

Le accademie hanno affermato che un patto globale avrebbe:

"Garantire un impegno costante al più alto livello e rendere il controllo e la riduzione dell'inquinamento dell'aria una priorità per tutti. Incoraggerebbe inoltre i responsabili politici e altri partner chiave, compreso il settore privato, ad integrare il controllo e la riduzione delle emissioni nella pianificazione nazionale e locale, i processi di sviluppo e le strategie commerciali e finanziarie. Affinché un tale processo abbia successo, ci dovrebbe essere sia la guida politica che i partenariati, compresa la collaborazione con le strutture multinazionali esistenti ".

La dichiarazione fa un collegamento diretto agli inquinanti climatici di breve durata come il metano e il carbone nero.

Il metano, sostiene, contribuisce alla formazione dell'ozono a livello del suolo e i livelli di ozono a livello del suolo aumentano con l'aumento delle temperature e l'aumento delle temperature aumenta la frequenza degli incendi, che a loro volta innalzano ulteriormente i livelli di inquinamento atmosferico particolato. Mentre il carbonio nero dalla combustione, influisce sulla salute, sulle temperature regionali, sulle precipitazioni e sulle condizioni meteorologiche estreme. Le regioni artiche e glaciali come l'Himalaya sono particolarmente vulnerabili allo scioglimento del carbonio nero depositato che riscalda la superficie.

Le accademie affermano che il controllo dell'inquinamento atmosferico e la mitigazione dei cambiamenti climatici sono strettamente collegati perché condividono fonti comuni e, in larga misura, soluzioni e perché la maggior parte degli inquinanti atmosferici ha un impatto anche sul clima.

Maggiori finanziamenti per affrontare il problema e investimenti sostanziali in misure volte a ridurre l'inquinamento atmosferico possono quindi contribuire a ridurre il cambiamento climatico e contribuire all'obiettivo di limitare il riscaldamento globale medio a 1.5˚C.

Con questa dichiarazione, le accademie forniscono ulteriori contributi scientifici per il vertice sull'azione climatica globale del Segretario generale delle Nazioni Unite nel settembre di quest'anno. Una coalizione di paesi guidati da Spagna e Perù, il Segretario generale delle Nazioni Unite e l'Organizzazione mondiale della sanità stanno ora invitando paesi, regioni e città a "impegnarsi a raggiungere una qualità dell'aria che sia sicura per le loro popolazioni e ad allineare i loro cambiamenti climatici e le politiche di inquinamento dell'aria, da 2030 ", prima del vertice sul clima. Gli impegni saranno tracciati attraverso la "Piattaforma d'azione BreatheLife".

L'ufficiale esecutivo Himla Soodyall dell'Accademia delle scienze del Sud Africa afferma: "L'impatto sulla salute dell'inquinamento atmosferico è enorme, può danneggiare la salute per tutta la vita, causando malattie, disabilità e morte. È tempo di spostare la questione molto più in alto nell'agenda politica. Rafforzare le sinergie con altri settori politici, tra cui lo sviluppo sostenibile, i cambiamenti climatici e la sicurezza alimentare è importante ".

Il presidente Marcia McNutt della US National Academy of Sciences afferma: "Più persone soffriranno ogni anno se non affrontiamo l'inquinamento atmosferico. L'aspetto positivo è che l'inquinamento atmosferico può essere controllato economicamente. Dobbiamo agire in modo molto più decisivo. Abbiamo bisogno di maggiori investimenti pubblici e privati ​​per affrontare l'inquinamento atmosferico che corrisponda alla portata del problema ".

Il Segretario agli Esteri Margaret Hamburg dell'Accademia Nazionale di Medicina degli Stati Uniti afferma: "Questo è solo l'inizio del nostro impegno in materia. Le nostre cinque accademie hanno lanciato l'invito, ma affrontare questo problema richiederà la partecipazione di molti più ricercatori e istituzioni. Invitiamo accademie scientifiche, istituti di ricerca, università e singoli scienziati di tutto il mondo a partecipare all'iniziativa e ad impegnarsi per aiutare a risolvere questa crisi globale ".

Il presidente Luiz Davidovich dell'Accademia delle scienze brasiliana dice: "L'inquinamento atmosferico e il cambiamento climatico condividono una fonte importante e comune: la combustione dei combustibili fossili, ecco perché affrontare l'inquinamento atmosferico ci aiuterà anche a compiere progressi verso la lotta ai cambiamenti climatici".

Il presidente Jörg Hacker dell'Accademia Nazionale delle Scienze Leopoldina dice: "Le Accademie nazionali si trovano in una posizione unica per affrontare questioni complesse come l'interazione tra inquinamento atmosferico e salute. Le accademie sono sedi indipendenti in cui gli scienziati di tutte le discipline si riuniscono per scambiarsi e riflettere sulle loro scoperte. Tale collaborazione tra le discipline è essenziale per trovare soluzioni a questi problemi ".

Prove scientifiche inequivocabili dimostrano che l'inquinamento atmosferico influisce sulla salute umana in tutta la nostra vita. Può colpire tutti, anche i bambini non ancora nati, con persone giovani, anziane e vulnerabili maggiormente colpite. Gli impatti sulla salute includono la morte prematura di almeno 5 milioni di persone all'anno, così come condizioni di salute croniche come malattie cardiache, asma, BPCO, diabete, allergie, eczema e invecchiamento cutaneo. L'inquinamento atmosferico contribuisce anche a cancro, ictus e rallenta la crescita polmonare di bambini e adolescenti. Cresce la prova che l'inquinamento atmosferico contribuisce alla demenza negli adulti e influisce sullo sviluppo cerebrale nei bambini.

La combustione di combustibili fossili e biomassa per calore, energia, trasporti e produzione alimentare è la principale fonte di inquinamento atmosferico. Il carico economico globale delle malattie causate dall'inquinamento atmosferico nei paesi 176 in 2015 è stato stimato in 3.8 di miliardi di dollari. Le misure, che potrebbero avere effetti positivi sulla riduzione dell'inquinamento atmosferico, sono tristemente insufficienti.

La dichiarazione è disponibile in tutte le lingue ufficiali delle Nazioni Unite, nonché in tedesco e portoghese all'indirizzo: www.air-pollution.health