Medellín mostra come le soluzioni basate sulla natura possano mantenere le persone e il pianeta freschi - BreatheLife 2030
Aggiornamenti di rete / Medellín, Colombia / 2019-09-10

Medellín mostra come le soluzioni basate sulla natura possono mantenere le persone e il pianeta freschi:

La seconda città della Colombia, Medellín, abbraccia soluzioni basate sulla natura per contrastare l'aumento delle temperature e l'effetto isola di calore

Medellin, Colombia
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 3 verbale

Questo articolo è di UN Environment e apparve per la prima volta sul suo sito web.

Quest'estate, quando le temperature sono aumentate vertiginosamente in Europa, India, Egitto e in molti altri luoghi, la prima reazione di coloro che hanno accesso al raffreddamento è stata spesso quella di accendere l'aria condizionata.

Mentre questo porta sollievo a breve termine, non è una soluzione fattibile a lungo termine su un pianeta in riscaldamento. L'aumento del condizionamento dell'aria e altri sistemi di raffreddamento comportano un forte aumento della domanda di energia. Questo, a sua volta, determina cambiamenti climatici e temperature ancora più elevate.

Ma non deve essere così, come dimostra la seconda città della Colombia, Medellín, abbracciando soluzioni basate sulla natura. Le soluzioni basate sulla natura sono definite dal Unione internazionale per la conservazione della natura come "azioni per proteggere, gestire in modo sostenibile e ripristinare ecosistemi naturali o modificati, che affrontano le sfide della società in modo efficace e adattivo, fornendo allo stesso tempo benefici per la salute umana e la biodiversità".

Medellín, come molte altre città, deve affrontare temperature in aumento, aggravate dall'effetto isola di calore urbano: cemento e asfalto assorbono il potere del sole, irradiandolo come calore e mantenendo la città calda per molto tempo dopo che il sole è tramontato.

Con il progetto Green Corridor, che ha vinto l'2019 Ashden Award per il raffreddamento dal premio Nature, supportato dal programma Kigali Cooling Efficiency e in collaborazione con Sustainable Energy for All, Le autorità cittadine di Medellín hanno trasformato i bordi delle strade 18 e dei corsi d'acqua 12 in un paradiso verde che riduce l'impatto dell'effetto isola di calore.

"Quando abbiamo preso la decisione di piantare i corridoi verdi 30, ci siamo concentrati su aree che mancavano di più spazi verdi", ha affermato il sindaco Federico Gutiérrez. "Con questo intervento siamo riusciti a ridurre la temperatura di oltre 2 ° C e già i cittadini lo avvertono."

"Il progetto Green Corridor è un eccellente esempio di come gli urbanisti e i governi possono usare la natura per un design urbano intelligente", ha affermato Juan Bello, responsabile delle Nazioni Unite per l'ambiente in Colombia. "Il monitoraggio sarà fondamentale per dimostrare ulteriormente i molteplici vantaggi di questo approccio nel tempo."

L'efficacia di questo approccio è ben documentata. I parchi urbani possono ridurre la temperatura diurna ambientale in media di circa 1 ° C. Milano - che ha subito interruzioni di corrente a causa della domanda di aria condizionata durante l'ondata di caldo estivo - ha in programma di piantare tre milioni di alberi di 2050 per ridurre l'effetto isola di calore e aumentare la qualità dell'aria. Nel frattempo, i tetti verdi possono ridurre il consumo di energia da 10 a 15 per cento. In città come Atene, ci sono prove che possono ridurre gli elevati carichi di raffreddamento negli edifici del 66 per cento.

"Medellín e molti altri stanno dimostrando come sia possibile mitigare che adattarci ai cambiamenti climatici grazie a soluzioni basate sulla natura", ha dichiarato Martina Otto, capo unità delle Città presso le Nazioni Unite per l'ambiente. "Le città dovranno impegnarsi a fondo per implementare tali soluzioni se il mondo è seriamente intenzionato a raggiungere gli obiettivi dell'Accordo di Parigi".

Si prevede che le emissioni dal settore del raffreddamento aumenteranno dell'90 per cento rispetto a 2017 di 2050, quando il solo raffreddamento dello spazio consumerà tutta l'elettricità oggi come la Cina e l'India.

"Con l'aumentare della temperatura globale, mantenere la calma sta diventando un problema di salute sempre più urgente, con le città particolarmente a rischio", ha dichiarato Dan Hamza-Goodacre, direttore esecutivo del programma di efficienza di raffreddamento di Kigali. "La pianificazione intelligente della città può svolgere un ruolo cruciale nel fornire soluzioni di raffreddamento come tetti verdi e corridoi verdi o standard più elevati di progettazione degli edifici che migliorano l'efficienza e il raffreddamento passivo".

Tuttavia, le soluzioni basate sulla natura sono solo una parte del mix. The Cool Coalition-che riunisce governi, imprese, società civile e organizzazioni internazionali-adotta un approccio a cinque punte per ridurre al minimo le emissioni del settore.

La coalizione lavora per evitare la necessità di un raffreddamento attivo sia attraverso soluzioni basate sulla natura, sia con edifici intelligenti e design urbano. Mira a spostare il raffreddamento verso le energie rinnovabili-come attraverso il raffreddamento distrettuale e le catene del freddo ad energia solare.

La coalizione sta inoltre spingendo per aumentare l'efficienza del raffreddamento convenzionale sfruttando l'emendamento di Kigali. Cerca inoltre di proteggere le persone vulnerabili dagli effetti degli estremi di calore e delle catene del freddo mediche e agricole spezzate e di sfruttare tutta la cooperazione possibile.

È tempo per tutti gli altri di unirsi al movimento più cool del pianeta e fare la propria differenza.
Immagine

Il sito Vertice delle Nazioni Unite sull'azione per il clima si svolgerà a New York City su 23 settembre 2019 per aumentare l'ambizione e accelerare l'azione sull'emergenza climatica globale e sostenere la rapida attuazione del Parigi accordo sui cambiamenti climatici. Il vertice dell'azione per il clima delle Nazioni Unite 2019 è ospitato dal segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres.

Per ulteriori informazioni, contattare Sophie Loran, Cool Coalition.