Aggiornamenti di rete / In tutto il mondo / 2021-11-29

Il cancro ai polmoni è più mortale nelle nazioni più povere:

www.era.com
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 3 verbale

Iniziative di salute pubblica di successo hanno contribuito a costante aumento della durata della vita in tutto il mondo, ma questa tendenza positiva non è priva di conseguenze. come persone vivono più a lungo, combinato con i cambiamenti dell'ambiente e dello stile di vita, il rischio di cancro aumenta, con oltre 70% dei casi di cancro che si verificano nelle persone con più di 50 anni.

La causa più comune di morte per cancro in tutto il mondo è il cancro ai polmoni, un onere che è più sentito nei paesi a basso e medio reddito (LMIC) dove la diagnosi precoce e il trattamento sono limitati. Comprendendo le lacune e le barriere nell'identificazione e nel trattamento del cancro del polmone negli LMIC, i sistemi sanitari possono investire nelle infrastrutture necessarie per frenare le tendenze del cancro man mano che le popolazioni continuano ad invecchiare.

Morti per cancro (incluso il cancro ai polmoni) per età
Morti per cancro (incluso il cancro ai polmoni) per età
Immagine: Il nostro mondo nei dati

Il cancro ai polmoni è un fardello ineguale

In tutto il mondo, circa 70% dei decessi per cancro si verificano nei LMIC, una grande frazione dei quali è attribuita al cancro del polmone. Il fumo è il principale fattore di rischio per il cancro ai polmoni e oltre L'80% dei fumatori in tutto il mondo vive in LMIC.

Fattori ambientali come pessime condizioni dell'aria creati dal traffico e dal riscaldamento residenziale contribuiscono anche a questa malattia. L'abitudine al fumo, le città industrializzate e la popolazione in crescita aumentano la necessità di uno screening del cancro diffuso tra i LMIC per la diagnosi e il trattamento precoci.

La diagnosi precoce del cancro è uno dei modi più efficaci per migliorare i risultati di sopravvivenza. Il rilevamento inizia con lo screening per identificare gli individui con anomalie cancerose o precancerose. Successivamente, la diagnosi aiuta a determinare il regime di trattamento più efficace, che può far risparmiare tempo e risorse.

Sfide infrastrutturali come a mancanza di mezzi di trasporto, lunghe distanze di viaggio e cattive condizioni stradali può limitare l'accesso allo screening del cancro negli LMIC. Le attrezzature e il personale necessari significano anche che i centri di screening disponibili potrebbero essere limitati. I sintomi del cancro del polmone simili ad altre malattie come la tubercolosi, che infetta i polmoni, possono portare a diagnosi errate e ritardare ulteriormente il trattamento.

Anche una volta che viene fatta una diagnosi, agli individui in LMIC non è garantito un trattamento adeguato. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, nei paesi a basso reddito, meno del 30% dei pazienti con diagnosi di cancro ha accesso alle cure, contro il 90% nei paesi ad alto reddito. Questa disparità è in parte dovuta allo scarso accesso ai farmaci e all'incapacità di consultare gli specialisti chirurgici e oncologici necessari.

La pandemia di COVID-19 ha ulteriormente ha esacerbato il carico di cancro ai polmoni negli LMICs. Le risorse sanitarie si sono spostate verso la lotta alla pandemia, mentre l'implementazione di misure di mitigazione della pandemia come il distanziamento fisico ha compromesso i servizi ospedalieri posticipando lo screening del cancro, la consultazione di persona e limitando i trattamenti.

Come paesi reimmaginare i loro sistemi sanitari post-pandemia, deve essere prestata un'attenzione specifica al cancro poiché le popolazioni invecchiano e poiché i cambiamenti nello stile di vita portano a una maggiore incidenza di malattie non trasmissibili.

Migliorare la sopravvivenza al cancro del polmone negli LMIC

Il primo passo verso la riduzione della mortalità per cancro del polmone negli LMIC inizia con uno screening e un'istruzione migliori. A differenza di altri tipi di cancro, lo screening per il cancro del polmone è non economico o giustificabile a livello di popolazione. Invece, lo screening mirato degli individui ad alto rischio è un modo pratico per promuovere la diagnosi precoce. Gli scanner TC mobili possono aiutare a raggiungere comunità remote o individui che non possono viaggiare. Questi sforzi di screening dovrebbero anche essere associati a iniziative per aiutare le persone a smettere di fumare.

Passando dalla diagnosi al trattamento, la sopravvivenza del cancro del polmone nei LMIC può migliorare attraverso un migliore coordinamento sanitario. Durante tutto il percorso del paziente, la continuità del trattamento è vitale per ottenere risultati migliori e può essere ottenuta assemblando team multidisciplinari composti da chirurghi, radiologi, pneumologi e altri specialisti.

Nel 2015, c'è stato un carenza stimata a livello mondiale di oltre 1 milione di specialisti in chirurgia, anestesia e ostetricia in 136 LMIC. Sarà necessario migliorare e ampliare la formazione medica per equipaggiare i medici locali in grado di curare i pazienti, in particolare quelli in fase avanzata di cancro.

Oltre all'infrastruttura fisica e al personale, sistemi di cartelle cliniche elettroniche aggiornati, registri tumorie i protocolli di condivisione dei dati miglioreranno la cura del cancro a livello nazionale e regionale. La condivisione di dati genetici e sanitari consente ai funzionari della sanità pubblica di monitorare le tendenze e personalizzare le strategie di prevenzione e sensibilizzazione. Queste informazioni aiutano anche i medici a scegliere il regime di trattamento più efficace per un particolare malato di cancro sulla base di dati sanitari aggregati tra fornitori. Gli organismi di regolamentazione devono svolgere un ruolo nella creazione di questi registri al fine di garantire livelli adeguati di privacy, protezione e consenso durante la condivisione dei dati sanitari personali.

L'accesso a farmaci antitumorali a prezzi accessibili è una barriera significativa per molti pazienti nei LMIC. BIO Ventures for Global Health (BVGH) sovrintende al Iniziativa per l'accesso africano, che è una partnership pubblico-privata che mira ad ampliare l'accesso alla medicina e alla tecnologia del cancro. Attraverso negoziati con aziende farmaceutiche internazionali, BVGH e altri gruppi simili sono in grado di aiutare i paesi africani ad acquisire farmaci salvavita a prezzi accessibili.

Affrontare il cancro del polmone alla ricerca di un invecchiamento sano

Di 2050, quasi due terzi della popolazione mondiale oltre i 60 anni vivrà in LMIC. Guardando al futuro, dobbiamo preparare l'infrastruttura sanitaria necessaria per rilevare in modo più accurato, trattare efficacemente e curare in modo olistico i malati di cancro negli LMIC.

Raggiungere questo obiettivo richiederà il coordinamento tra i governi, l'industria, gli operatori sanitari e le ONG che lavorano all'interno e tra i paesi. L'opzione di un invecchiamento sano non dovrebbe essere sequestrata nei paesi ad alto reddito, ma essere resa disponibile a tutti in tutto il mondo.

 

Questo articolo è originariamente apparso sul Forum economico mondiale.