La zona a basse emissioni nel centro di Barcellona inizia a gennaio - BreatheLife2030
Aggiornamenti di rete / Barcellona, ​​Spagna / 2019-12-17

La zona a basse emissioni nel centro di Barcellona inizia a gennaio:

I proprietari della maggior parte dei veicoli inquinanti hanno attirato veicoli di scarto con carta di trasporto pubblico gratuita

Barcellona, ​​Spagna
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 2 verbale

Il 1 ° gennaio 2020, Barcellona si unirà ai ranghi di un numero crescente di città in Europa che hanno una zona a basse emissioni recintata, consentendo solo ai veicoli che si qualificano e portano un marchio ambientale.

Il Zona di 95 chilometri quadrati, comprendente Centro di Barcellona e quattro comuni circostanti, blocca i veicoli più inquinanti di proprietà di coloro che vivono fuori dal centro, ed è stimato per colpire circa 50,000 veicoli, tra cui auto, moto e camion, o 5 per cento della flotta di veicoli della zona.

I conducenti di tali veicoli subiscono multe comprese tra € 200 e € 1,800 se vengono scoperti circolanti nella zona nei giorni feriali dalle 7:8 alle XNUMX:XNUMX.

Per attenuare il colpo, ai residenti di questi veicoli viene offerta una carta di trasporto pubblico gratuita per tre anni nel centro della città, a condizione che non acquistino un nuovo veicolo in quel periodo - e più di 5,700 residenti a Barcellona finora hanno accettato l'offerta.

Il governo si sta sviluppando altre iniziative supportare la connettività senza auto nel centro della città, tra cui nuove piste ciclabili, maggiori opzioni di trasporto pubblico e il tanto discusso "superblocchi“, Aree riservate ai soli residenti.

Tutto sommato, il capitale catalano prevede che le misure porteranno a Il 20 percento degli attuali veicoli è decollato dalle strade e un 15 percento diminuisce l'inquinamento atmosferico.

Un rapporto dell'Agenzia della sanità pubblica di Barcellona scoperto che l'inquinamento atmosferico ha causato 351 morti premature nel 2018; i veicoli a motore generano il principale inquinante in città, il biossido di azoto, al quale il 48 percento della popolazione della città è regolarmente esposto a livelli superiori a quelli raccomandati dall'Organizzazione mondiale della sanità.

La zona a basse emissioni più famosa in Europa è probabilmente la zona a emissioni ultra basse di 24 ore di Londra, che ha già visto cali più rapidi del previsto negli inquinanti interessati, ma lo slancio sta crescendo nella regione per tagliare gli inquinanti atmosferici nocivi per la salute dalle strade della città: dai divieti automobilistici Pontevedra e dell'Atletico (e deterrenti creativi per auto in Oslo), ai compagni LEZ in oltre 250 città europee.

Leggi di più:

Foto banner: Robert Ramos / AMB. Segreteria generale della metropoli Barcellona / CC BY-NC-SA 4.0