Aggiornamenti di rete / Kampala, Uganda / 2022-05-30

Kampala, in Uganda, promuove obiettivi per l'aria pulita:

Kampala, Uganda
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 2 verbale

A Kampala, una delle città in più rapida crescita dell'Africa, un rapido aumento della popolazione sta suscitando crescenti preoccupazioni per la crisi climatica e l'inquinamento atmosferico.

La ricerca mostra che l'urbanizzazione è uno dei principali fattori di cambiamento ambientale, e le città, in particolare, lo sono hotspot per l'inquinamento atmosferico.

In tutta l'Africa, la rapida crescita della popolazione urbana sta portando a un aumento delle emissioni dei veicoli, alla combustione di rifiuti e alla produzione industriale, tutti fattori che minacciano la salute umana e ambientale. Si prevede che entro il 2050 le popolazioni urbane del continente lo faranno aumentare di due miliardi di persone.

Politiche dell'aria pulita

La sezione Settimana di sensibilizzazione sulla qualità dell'aria, che va dal 2 al 6 maggio, il Autorità di Kampala Capital City (KCCA) ha lanciato il suo Piano d'azione per l'aria pulita, basato su diversi anni di dati.

Questo piano basato sui dati, parte di una più ampia campagna sulla qualità dell'aria supportata dal Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP) dal 2019, accelera la capacità della città di attuare migliori politiche di qualità dell'aria per i suoi milioni di abitanti.

Segna anche un passo importante nel lavoro dell'UNEP sull'azione integrata per il clima e la qualità dell'aria e il suo lavoro in altre città africane, tra cui la Commissione per la protezione ambientale e lo sviluppo verde di Addis Abeba in Etiopia.

"Il miglioramento della qualità dell'aria è fondamentale per affrontare la triplice crisi planetaria del cambiamento climatico, della natura e della perdita di biodiversità, dell'inquinamento e dei rifiuti", disse Inger Andersen, Direttore Esecutivo dell'UNEP.

"L'UNEP si impegna ad ampliare la sua assistenza ai paesi nell'affrontare la crisi dell'inquinamento, proteggendo così la salute e il benessere di tutti, in particolare i membri più vulnerabili della nostra popolazione che, come tutti sappiamo, sono colpiti in modo sproporzionato da questo problema".

Monitorare l'aria che respiriamo

Nove persone su 10 nel mondo si respira aria impura e l'inquinamento atmosferico è legato a 7 milioni di morti premature all'anno. Secondo a Rapporto UNEP 2021, solo il 31% dei paesi dispone di meccanismi legali per gestire o affrontare l'inquinamento atmosferico transfrontaliero e solo il 57% ha una definizione legale di inquinamento atmosferico.

UNEP, in collaborazione con QI aria, ha sviluppato il primo tempo reale calcolatore dell'esposizione all'inquinamento atmosferico nel 2021, che combina i dati sulla qualità dell'aria governativi globali, crowd-sourced e derivati ​​dai satelliti con i dati sulla popolazione.

Quindi applica l'intelligenza artificiale per calcolare l'esposizione della popolazione di quasi tutti i paesi all'inquinamento atmosferico su base oraria. L'anno scorso, i dati hanno mostrato che oltre il 95% delle persone in Etiopia e Uganda respira aria inquinata.

Con il supporto dell'UNEP, la KCAA ha distribuito 24 sensori a basso costo dal 2020. Questi sono i principali contributori al lavoro dell'UNEP nell'analisi e nella compilazione dei dati utilizzando una piattaforma basata su cloud, e quindi nella diffusione di questi dati per aiutare i partner a sviluppare e attuare strategie e piani d'azione .

“La maggior parte delle città in Africa non ha piani d'azione. Ci aspettiamo che esaminino il nostro approccio", ha affermato Alex Ndyabakira, Direzione della Salute Pubblica e dell'Ambiente, KCCA. "È basato sui dati e basato sull'evidenza, e altre città africane possono imparare da esso".

Per ulteriori informazioni sullo stato dell'inquinamento atmosferico e sugli sforzi dell'UNEP per migliorare la qualità dell'aria per proteggere la salute umana e planetaria, visitare il Aria pagina web.