Il Ghana traccia un percorso integrato per affrontare l'inquinamento atmosferico e i cambiamenti climatici: BreatheLife2030
Aggiornamenti di rete / Accra, Ghana / 2019-12-07

Il Ghana traccia un percorso integrato per affrontare l'inquinamento atmosferico e i cambiamenti climatici:

Sebbene condividano fonti e soluzioni, i cambiamenti climatici e l'inquinamento atmosferico sono spesso trattati come questioni separate. Affrontarli insieme potrebbe creare effetti immediati e sostanziali per i più vulnerabili del mondo, riducendo i cambiamenti climatici e offrendo benefici per la salute e lo sviluppo locali.

Accra, Ghana
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 5 verbale

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta da la Coalizione per il clima e l'aria pulita.

Quando le donne del bacino del Volta in Ghana elencano i motivi per cui le stufe a basso consumo di carburante hanno cambiato la loro vita, mitigare i cambiamenti climatici non è in cima alla lista.

"Non stanno parlando della riduzione delle emissioni dei combustibili legnosi o delle bruciature che avvengono, parlano del calore, parlano della loro salute, parlano della quantità che devono spendere per il legno— questi sono i vantaggi immediati, forse non parlano nemmeno del cambiamento climatico ”, ha affermato Peter Dery, coordinatore nazionale per i cambiamenti climatici presso il Ministero dell'ambiente, della scienza e della tecnologia del Ghana.

Stufe tradizionali emettono carbone nero che è un inquinante climatico di breve durata che contribuisce al riscaldamento globale. Tuttavia, sono anche tossici in un senso più immediato: gli inquinanti delle stufe provocano quasi 4 milioni di morti premature in tutto il mondo ogni anno.

Le stufe sono solo un esempio del perché per i paesi in via di sviluppo sia sensato sposare azioni sul cambiamento climatico e l'inquinamento atmosferico: non solo contribuirà a salvare il pianeta, promuoverà la crescita economica, ridurrà la povertà e migliorerà la salute delle persone.

"Le fonti delle emissioni che causano cambiamenti nel clima, sono anche fonti di importanti inquinanti atmosferici, quindi se non intraprendiamo un percorso a basse emissioni consegniamo molte persone alla salute, alla morte prematura, a impatti cronici legati a cose come l'asma ”ha affermato Johan Kuylenstierna, membro del comitato consultivo scientifico Climate and Clean Air Coalition (CCAC). "Ci sono molte ragioni locali per agire e quindi questo può anche contribuire a ridurre l'impatto sul cambiamento climatico globale".

È anche il motivo per cui, con l'aiuto del CCAC, il Ghana è diventato un leader nel farlo. Fondamentale per aiutare il Paese a forgiare questo percorso integrato è stato il CCAC Iniziativa SNAP—Che sta per Supporting National Action & Planning on Short-Shut Pollutants. L'iniziativa aiuta paesi come il Ghana ad adottare un approccio olistico osservando tutte le emissioni - inquinanti climatici a breve termine, gas a effetto serra e inquinanti atmosferici - per determinare quale serie di azioni sarà più efficace, sia per il Ghana che per il futuro del il pianeta.

Il Ghana guida l'accusa

Con l'aiuto del CCAC, il Ghana ha allineato il suo piano d'azione nazionale sugli inquinanti climatici di breve durata con il suo Contributo determinato a livello nazionale (la riduzione concordata a livello internazionale dei gas a effetto serra del paese) e comprendeva diverse misure per ridurre gli inquinanti climatici di breve durata.

Il piano delinea le misure di 16 per mitigare gli inquinanti climatici di breve durata, incluso l'accesso delle persone a 2 milioni di fornelli a basso consumo di carburante. Altre misure includono il fatto che il dieci percento dell'elettricità provenga da fonti rinnovabili come il solare, riducendo la combustione delle foreste del 40 percento (una pratica utilizzata per i terreni agricoli e produrre carbone per cucinare) e implementare autobus senza fuliggine, in particolare nella capitale Accra.

Se attuato con successo, il piano potrebbe avere importanti risultati per il contributo del Ghana ai cambiamenti climatici e per la salute e lo sviluppo immediati del Paese. In effetti, potrebbe portare a riduzioni delle emissioni del 56 percento per il metano e 61 percento per il carbonio nero evitando al contempo Morti premature 2,560 e riducendo la perdita di raccolto del 40 percento.

Come ha fatto il Ghana?

Nonostante i numerosi vantaggi derivanti dalla lotta contro l'inquinamento atmosferico e i cambiamenti climatici, lo sviluppo e l'attuazione di un piano nazionale che li integri è un processo costoso e complicato, in particolare per un paese in via di sviluppo. Questo lavoro comporta un'analisi complessa di tutte le emissioni del paese per determinare gli interventi più promettenti e quindi intricata collaborazione tra i ministeri del governo per concordare e infine applicare tali misure. Il supporto dell'iniziativa CCAC SNAP non solo aiuta a semplificare un processo che può facilmente essere contorto, ma assicura che i lavori sui cambiamenti climatici e l'inquinamento atmosferico non vengano duplicati tra i ministeri del governo che non comunicano tra loro.

Uno degli obiettivi dell'iniziativa è aumentare la consapevolezza del legame tra i due governi nazionali e locali. Come è comune in tutto il mondo, molti ghanesi hanno pensato all'azione sui cambiamenti climatici come un beneficio futuro per il globo, piuttosto che uno che potrebbe avvantaggiare direttamente e rapidamente i ghanesi.

"Siamo rimasti molto sorpresi dalla misura in cui, quando queste politiche sono state implementate, il vantaggio che puoi ottenere localmente per il Ghana, è stata una sorpresa molto interessante per noi", ha affermato Daniel Benefor dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente del Ghana in merito alle conoscenze acquisite attraverso l'iniziativa SNAP CCAC.

Essere in grado di tradurre questi benefici in un linguaggio comprensibile ai singoli cittadini è uno strumento importante per i funzionari governativi per creare supporto dai loro collegi elettorali per questo tipo di politiche.

"Le emissioni delle stufe non cambieranno immediatamente il clima, ciò non accadrà oggi o domani, [invece] contribuirà alla riduzione a lungo termine dei cambiamenti climatici", ha detto Dery di come i ghanesi di ogni giorno potrebbero pensare a un esempio di queste misure. "Ma in termini di inquinamento indoor, la salute delle persone cambierà immediatamente e questo è più convincente per una persona normale per strada."

Certo, non sono solo fornelli. Un altro problema che riguarda la vita dei ghanesi ogni giorno pur avendo un forte legame con il cambiamento climatico è il trasporto. Per oltre tre decenni, la popolazione urbana della capitale di Accra è più che triplicata, da 4 a 14 milioni di persone. Di conseguenza, la città ingorgo stradale è sempre più opprimente. In risposta, il Ghana si concentra sul rilancio del proprio settore dei trasporti pubblici per attirare le auto dalla strada. Tuttavia, l'attuale sistema di autobus obsoleto della città contribuisce notevolmente all'inquinamento atmosferico. In un altro esempio degli effetti di questo tipo di azione integrata, il Ghana ha deciso di acquistare una nuova flotta di autobus senza fuliggine. Mentre le sostituzioni iniziali saranno autobus a gas naturale compresso molto più ecologici, il prossimo giro di autobus sarà elettrico.

Un altro importante obiettivo dell'iniziativa SNAP è aiutare i paesi a coordinarsi tra i vari dipartimenti governativi che lavorano sulla qualità dell'aria e la pianificazione del clima. È un aspetto del lavoro che molti soggetti coinvolti hanno riscontrato significativi benefici imprevisti.

"L'intero spettro del processo ci impone di utilizzare team esistenti multisettoriali, ciò significa che devi portare tutti coloro che contano sul tavolo e l'aggiunta di valore qui è che tutti fanno parte del processo fin dall'inizio: il Ministero di I trasporti, il Ministero dell'Energia, il Ministero della Terra e delle Risorse Naturali, il Comitato Nazionale per la Pianificazione dello Sviluppo, il Ministero delle Finanze — questi sono tutti gli stakeholder chiave ", afferma Benefor. "È importante creare consenso sin dall'inizio."

L'integrazione di azione sul clima e sull'aria pulita, a quanto pare, può avere effetti a catena aiutando a riunire ministeri del governo disparati sotto un unico obiettivo.

SNAP in tutto il mondo

Paesi in via di sviluppo come il Ghana hanno contribuito in minima parte alle emissioni che provocano i cambiamenti climatici, ma si prevede che saranno i paesi a risentirne prima e nel peggiore dei casi. Nel bacino del Volta del Ghana, le stagioni secche sono già aumentate e il fiume Volta potrebbe ridursi del 24 percento di 2050 grazie alla diminuzione delle precipitazioni e all'evaporazione più rapida. Il Ghana è stato a lungo un leader globale nello sviluppo della riduzione della povertà, il Paese tagliare il suo tasso di povertà e la sua mortalità sotto 5 a metà nell'arco di due decenni, ma i cambiamenti climatici minacciano di annullare molti di questi guadagni.

Il Ghana non è il solo, motivo per cui l'azione integrata sull'inquinamento e i cambiamenti climatici è un obiettivo interessante per i paesi di tutto il mondo: non solo aiuterà a salvare il pianeta, promuoverà la crescita economica, ridurrà la povertà e migliorerà la salute delle persone.

In effetti, le valutazioni scientifiche del Programma ambientale delle Nazioni Unite hanno scoperto che si potrebbero evitare riduzioni globali degli inquinanti climatici di breve durata 2.4 milioni di morti premature e 52 milioni di tonnellate di perdite di raccolti in tutto il mondo.

Questo è il motivo per cui il lavoro in Ghana è solo l'inizio e quello della coalizione Iniziativa SNAP è coinvolto in lavori simili nei paesi di tutto il mondo. Messico, Bangladesh e Columbia hanno tutti sviluppato una prima versione del loro documento di pianificazione nazionale e stanno per perfezionarlo. Costa d'Avorio, Marocco, Nigeria e Perù stanno tutti avviando un processo di pianificazione nazionale e hanno già creato squadre e implementato corsi di formazione. Otto paesi CCAC, tra cui la Repubblica centrafricana e il Togo, si sono impegnati a includere inquinanti climatici di breve durata nei loro contributi determinati a livello internazionale.

Gli effetti del cambiamento climatico sono già avvertiti in questi paesi, ma lo sono anche le sfide della sopravvivenza quotidiana.

"Le manifestazioni sono chiaramente qui con noi, lo sentiamo ogni giorno, in qualunque settore tu stia parlando, in agricoltura, nell'economia", ha detto Dery. "Per noi è un problema di sviluppo, è un problema di sopravvivenza, è un problema della nostra esistenza, senza che alcune di queste cose vengano risolte, non so come sopravviveranno le persone."

Con l'aumentare degli effetti dei cambiamenti climatici, le persone sopravvivranno sicuramente più duramente, ma se questi paesi ricevono supporto per l'integrazione della mitigazione del clima e dell'inquinamento atmosferico, è quasi certo che ce ne saranno altri.