Aggiornamenti di rete / Almaty, Kazakistan / 2021-07-12

Cinque passaggi per un'aria più pulita in Asia centrale:

I paesi della regione dell'Asia centrale della Banca mondiale non soddisfano i limiti di sicurezza annuali dell'OMS per le piccole particelle sospese.

Almaty, Kazakistan
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 3 verbale

Nelle giornate limpide, la bellissima città di Almaty, in Kazakistan, offre uno skyline mozzafiato sostenuto dalle montagne del Tian Shan. Ma le giornate limpide stanno diventando sempre più lontane tra loro. Purtroppo, queste viste uniche sono spesso ostruite o completamente bloccate dallo smog velenoso.

L'inquinamento atmosferico è più di un semplice fastidio. Solo in Kazakistan contribuisce a oltre 6,000 morti premature e causa perdite economiche stimate di oltre 1.3 miliardi di dollari all'anno.

Peggio ancora, il problema si estende in tutta la regione dell'Asia centrale, dove nessuno dei paesi soddisfa i Limiti di sicurezza annuali dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per le piccole particelle sospese. Potresti non immaginare che nel dicembre 2020, Bishkek, nella Repubblica del Kirghizistan, ha registrato i più alti livelli di inquinamento al mondo.

un grafico che mostra l'inquinamento atmosferico in Asia rispetto ai limiti raccomandati
L'inquinamento atmosferico in cinque paesi dell'Asia centrale supera di gran lunga i limiti dell'OMS.
Immagine: Banca Mondiale

La prevalenza dell'inquinamento atmosferico e dei danni che provoca dovrebbero stimolare un'azione immediata. Ecco cinque modi in cui i paesi dell'Asia centrale possono migliorare la qualità dell'aria, preservare i guadagni economici e salvare vite umane.

1. Migliorare il monitoraggio della qualità dell'aria.
Non tutti gli inquinanti sono uguali. Non tutte le località sono uguali. Non tutte le stagioni o anche i giorni sono uguali.

un grafico che mostra la quantità di inquinanti provenienti da fonti stazionarie
I paesi dell'Asia centrale dovranno passare a fonti energetiche più pulite ed efficienti.
Immagine: Banca Mondiale

Gran parte dei dati attuali rappresentano generalizzazioni: medie su lunghi periodi e vaste aree geografiche. Tali generalizzazioni non portano a soluzioni efficaci. Dobbiamo migliorare il monitoraggio e la gestione della qualità dell'aria in modo da poter comprendere le concentrazioni precise dei singoli inquinanti in luoghi, ore del giorno e stagioni specifiche.

2. Permessi industriali di revisione.
I permessi ambientali che fissano limiti alle emissioni devono bilanciare il miglioramento della qualità dell'aria con il continuo sviluppo economico in tutta la regione. L'espansione industriale resta una priorità, ma deve essere condotta in modo tale da contribuire pienamente a Sviluppo verde, resiliente e inclusivo (GRID).

3. Passare gradualmente a combustibili e tecnologie più puliti.
In definitiva, i paesi dell'Asia centrale dovranno passare a fonti energetiche più pulite ed efficienti che riducano gli inquinanti e i livelli di GHG, come il solare e l'eolico. Gli investimenti iniziali in queste tecnologie possono essere compensati da risparmi derivanti dalla riduzione dei costi energetici nel tempo. L'ottimizzazione delle prestazioni delle apparecchiature esistenti, l'introduzione di una tecnologia migliorata nel breve termine e il passaggio a combustibili più puliti nel tempo sono tutte misure realistiche e convenienti da intraprendere.

4. Incentivare il cambiamento.
La portata del cambiamento necessario richiede una trasformazione totale per molti settori dell'industria, interi comuni e persino all'interno delle singole famiglie. I governi possono aiutare a cambiare il comportamento utilizzando sia gli incentivi fiscali, come i sussidi verdi, sia le pressioni, come le multe legate agli inquinanti. Politiche come gli sgravi fiscali o l'implementazione di zone a basse emissioni - in cui i veicoli che soddisfano standard di emissione più elevati pagano una tariffa inferiore per entrare o sono gli unici veicoli che possono entrare nella zona - possono incentivare l'acquisto di veicoli con standard di emissione più elevati.

5. Tempistiche aggressive, ma realizzabili.
Tutti vorremmo una soluzione rapida in modo da poterci svegliare domani e vedere il cielo sereno e respirare aria fresca e pulita. Ma non funziona così. Tutti i passaggi precedenti richiedono un impegno formale da parte dei governi, investimenti finanziari, sviluppo di capacità e implementazione di nuove tecnologie. Con questo in mente, è possibile ottenere una migliore qualità dell'aria e contribuire a Riduzione delle emissioni di GHG entro il 2030, ma richiederà una roadmap aggressiva per ottimizzare la via da seguire e un'azione immediata.

Con il sostegno della Banca Mondiale, i paesi dell'Asia centrale hanno iniziato a compiere i primi passi verso un'aria più pulita. Ad esempio, in Uzbekistan, stiamo ultimando uno studio che mostra come piantare più alberi di saxaul, una specie originaria dell'Asia centrale, può aiutare a ridurre l'inquinamento atmosferico legato alle tempeste di sabbia e polvere nei fondali dell'Aral. Il bacino del Lago d'Aral si è degradato a tal punto che ora è per lo più un deserto di sale. È la fonte di tempeste di polvere che trasportano circa 15-75 milioni di tonnellate di sale e polvere ogni anno e hanno un impatto negativo sulla qualità dell'aria e sulla salute delle persone. Lo studio fa parte di a maggiore sforzo di ripristino della terra che stiamo imbarcando in tutta l'Asia centrale.

A causa della desertificazione e dell'aumento delle temperature, le persone che vivono nella regione del Lago d'Aral devono far fronte a frequenti tempeste di polvere e inquinamento atmosferico
Una giovane ragazza nel villaggio di Akbasty, in Kazakistan, sta andando a scuola in mezzo a una tempesta di polvere.
Immagine: Konstantin Kikvidze.

In Kazakistan, la Banca Mondiale sta supportando i governi nazionali e locali mentre conducono uno studio approfondito sulle misure di gestione della qualità dell'aria economicamente vantaggiose. Attraverso questo lavoro stiamo raccogliendo dati e informazioni che guideranno gli sforzi futuri per ridurre l'inquinamento atmosferico. Nella Repubblica del Kirghizistan, la Banca Mondiale sta sostenendo lo sviluppo di un Master Plan per il miglioramento della qualità dell'aria, compresi studi di prefattibilità che daranno priorità alle misure per migliorare la qualità dell'aria a Bishkek.

Con queste e altre azioni, possiamo sgomberare i cieli dell'Asia centrale e aiutare i cittadini a godere di una migliore qualità della vita riducendo l'inquinamento atmosferico che migliorerà la salute delle persone, ridurrà le emissioni di gas serra, otterrà miliardi di guadagni economici in tutta l'Asia centrale e farà risparmiare migliaia di persone. di vite ogni anno. Renderà me e i cittadini di Almaty estremamente felici di poter vedere panorami nitidi del Tian Shan tutto l'anno.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato dalla Banca Mondiale.