Delhi dichiara "emergenza sanitaria pubblica" mentre i residenti della città soffocano sull'inquinamento atmosferico - BreatheLife2030
Aggiornamenti di rete / Delhi, India / 2019-11-04

Delhi dichiara "emergenza sanitaria pubblica" mentre i residenti della città soffocano sull'inquinamento atmosferico:

Delhi ha dichiarato un'emergenza per la salute pubblica mentre i livelli di inquinamento atmosferico sono saliti venerdì, mentre il Primo Ministro Arvind Kejriwal ha dichiarato che la megalopoli si è "trasformata in una camera a gas".

Delhi, India
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 5 verbale

Questo è un Politica sanitaria Guarda la storia.

Delhi ha dichiarato un'emergenza per la salute pubblica mentre i livelli di inquinamento atmosferico sono saliti venerdì, mentre il Primo Ministro Arvind Kejriwal ha dichiarato che la megalopoli si è "trasformata in una camera a gas".

Secondo le stazioni ufficiali di monitoraggio del governo, i livelli di minuscole particelle di inquinamento atmosferico PM10 erano aumentati fino a tempi 20 Linee guida sulla qualità dell'aria dell'OMS livelli in alcune parti della città negli ultimi giorni. A partire da venerdì sera, le concentrazioni delle piccole particelle, tra le sostanze inquinanti più pericolose per la salute, erano in media 300-500 microgrammi per metro cubo di aria - o 6-10 volte la linea guida dell'ora 24 di 50.

Livelli di inquinamento atmosferico alle 10 pm Venerdì sera vicino allo stadio nazionale di Delhi, che mostra i dati combinati di tre reti di monitoraggio governative, CPCB, DPCC e SAFAR

Per far fronte all'emergenza, il governo di Delhi ha lanciato una distribuzione di massa senza precedenti di circa 5 milioni di maschere per i bambini delle scuole, ha vietato la costruzione, ha cancellato la scuola fino a martedì e ha posto forti limiti ai viaggi dei veicoli con uno schema "pari-dispari" che consente ai veicoli privati ​​di viaggiare solo a giorni alterni, secondo le cifre della loro targa.

"Nell'interesse di proteggere i nostri figli, è stato deciso di tenere chiuse tutte le scuole - Governo, aiutate dal governo e private - nel Territorio della Capitale Nazionale di Delhi fino a novembre 5th 2019", ha affermato l'ufficio del viceministro capo in un decreto pubblicato su Twitter.

Kejriwal la colpa l'aumento della "combustione delle stoppie" nelle regioni limitrofe del Punjab e dell'Haryana per il recente picco di inquinamento atmosferico di Delhi. La pratica di bruciare paglia rimanente dopo la raccolta dei cereali è un metodo rapido per gli agricoltori per ripulire i loro campi, ma invia anche enormi pennacchi di fumo e inquinamento da biomassa nell'aria, diffondendosi per centinaia di chilometri.

"Delhi si è trasformata in una camera a gas a causa del fumo provocato dalla combustione dei raccolti negli stati vicini", ha affermato il ministro Feed di Twitter. “È molto importante proteggerci da questa aria tossica. Attraverso le scuole pvt & govt, abbiamo iniziato a distribuire maschere 50 lakh [5 milioni] oggi esorto tutti i Delhiiti ad usarli ogni volta che è necessario. ”

Ma scienziati e attivisti della società civile hanno sostenuto che nessuna singola fonte può essere incolpata dei problemi cronici di inquinamento atmosferico della città, che raggiungono il picco all'inizio dell'inverno ogni anno. Piuttosto, una combinazione di fonti urbane e rurali creare una perfetta tempesta di inquinamento che sorvola la città e la regione in generale. Questi includono anche l'inquinamento delle stufe a legna / biomassa domestiche; emissioni di fumaioli non filtrate dalle centrali elettriche di Delhi; incenerimento dei rifiuti urbani; polvere da costruzione; l'uso dilagante di motori a due tempi inquinanti nei veicoli a due ruote; così come il festival stagionale delle luci "Diwali", dove organizzare petardi è un rituale tradizionale.

(sinistra-destra) Delhi sky su Sept 27, Delhi sky su Nov 1, Kejriwal distribuisce maschere ai bambini delle scuole in caso di emergenza dell'inquinamento atmosferico

"Sappiamo che l'inquinamento atmosferico proviene da almeno fonti 8-10. Vogliamo che il governo affronti tutti questi problemi e non solo la scelta delle ciliegie ”, ha affermato Joyti Pande Lavakare, giornalista attivista che dirige l'organizzazione CareForAir.org e sta completando un libro "Respirare qui è dannoso per la salute" che verrà pubblicato all'inizio del prossimo anno.

Ha affermato che la sua organizzazione aveva gravi perplessità sullo schema di distribuzione delle maschere: se le maschere avrebbero effettivamente adeguati filtri per l'inquinamento atmosferico e se avrebbero davvero raggiunto 5 milioni di persone. Inoltre, a meno che le maschere non siano adeguatamente montate, non funzioneranno affatto, anche come misura di stop - e per molti bambini le maschere saranno troppo grandi.

"Le maschere non sono una soluzione", ha detto Lavakare. “E potrebbero darti un falso senso di sicurezza. Le maschere sono più visive. Sono per le maschere perché rendono visibile un problema invisibile; sono una necessità immediata, ma solo se si adattano bene. E le persone che hanno l'asma si sentiranno soffocate se indossano una maschera. L'unica cosa reale da fare in caso di emergenza è rimanere in casa e mantenere bassi i tassi di respirazione. "

Tuttavia, ha aggiunto che i problemi cronici di inquinamento atmosferico di Delhi, che raggiungono il picco ogni anno a novembre e dicembre, richiedono più di "misure di aiuto alla banda a breve termine", aggiungendo che era necessaria una leadership dal vertice dello spettro politico.

“Voglio che il primo ministro [Narendra Modi] diriga effettivamente questo problema; attualmente è senza timone e senza guida. Non puoi avere un primo ministro che parli di India pulita senza parlare di aria pulita. Eppure è stato stranamente silenzioso su questo problema. In nessun forum ha parlato dell'inquinamento atmosferico ", ha osservato, osservando che ogni fonte di inquinamento atmosferico ha una lunga storia di insuccessi.

Ad esempio, una decisione del Ministero dell'Ambiente, delle Foreste e dei Cambiamenti Climatici di installare moderni filtri antinquinamento sulle centrali elettriche di Delhi da parte di 2017, riducendo potenzialmente i livelli medi di inquinamento atmosferico di circa l'30% nell'India settentrionale, è stata ritardata per oltre due anni dal Ministero di potenza e potrebbe rimanere in stallo fino a 2020 se quest'ultimo Ministero dovesse farsi strada. I veicoli a tre ruote, i risciò automatici, che forniscono gran parte dei trasporti pubblici di Delhi, funzionano ancora con motori a due tempi fortemente inquinanti. E l'inquinamento regionale causato dalla combustione delle colture si è intensificato man mano che le varietà locali di colture alimentari ricche di nutrienti sono state gradualmente sostituite dal riso, prodotto principalmente per l'esportazione e per risucchiare scarse risorse idriche, afferma Lavakare.

Lavakare, tuttavia, è più fiducioso che il dibattito sull'inquinamento atmosferico si stia rafforzando e l'opinione pubblica sia più informata sui molteplici rischi per la salute che l'inquinamento atmosferico crea - che secondo l'OMS vanno da picchi di ricoveri ospedalieri e tassi di mortalità durante le emergenze dell'inquinamento atmosferico allo sviluppo polmonare infantile stentato, riduzione della speranza di vita a lungo termine e maggiore mortalità prematura da ictus, malattie cardiache, cancro ai polmoni e malattie respiratorie a seguito di esposizioni croniche all'inquinamento atmosferico. Recenti prove hanno anche indicato gravi impatti dell'inquinamento atmosferico sul sviluppo del cervello di neonati e bambini piccoli.

“Quando abbiamo iniziato a sensibilizzare tre anni fa, i massimi funzionari del governo ci hanno detto che si trattava di un problema per i ricchi. Il punto che mancava era che si trattava di una più grande disuguaglianza sociale per i senzatetto e i senzatetto che non hanno il privilegio di avere maschere, depuratori d'aria e quattro muri per tenere fuori l'inquinamento.

“Ora, il governo non può più dire che questo è solo un problema di una persona ricca. È chiaro che è un problema di tutti. E i media indiani sono finalmente pienamente supportati ", ha detto Lavakare. “A nessuno [politico] importa se sta davvero creando effetti tossici sulla salute, ma alla gente importa se ottiene voti. E almeno questo è un inizio. Ma abbiamo bisogno di un punto di svolta - come nel film "Sotto la cupola"che ha indotto la Cina a fare qualcosa".

Era chiaro che dopo il quinto giorno senza luce solare, i residenti medi di Delhi stavano piangendo per il cambiamento.

“Nessuna circolazione dell'aria. Gli occhi bruciano. La respirazione è difficile. Non posso nemmeno uscire a fare una passeggiata. Malato! ”Ha commentato un commentatore Twitter.

Un membro del parlamento indiano, l'ex cricketeer Gautam Gambhir, ha criticato la risposta di alto livello e sollecitato Kejriwal verifica quanti cantieri rispettano le nuove normative sul campo.

Una partita di cricket India-Bangladesh di alto profilo prevista per domenica ha fornito un parafulmine per un vivace dibattito sull'emergenza dell'inquinamento atmosferico, con i critici che chiedono il rinvio della partita a causa degli irreversibili impatti sulla salute che l'esposizione a livelli così elevati di inquinamento atmosferico può avere , ma le autorità sportive resistono.

L'ambasciatore di buona volontà delle Nazioni Unite e l'attrice indiana Dia Mirza hanno fatto saltare la decisione del Board of Control for Cricket in India (BCCI) di continuare a ospitare la partita India contro Bangladesh il novembre 3rd, nonostante la lugubre qualità dell'aria.

"BCCI, per favore, smetti di nascondere la testa nello smog", ha twittato. "Questa aria danneggia i giocatori e le persone che vengono a vedere questi giochi."

Un commentatore di cricket osservò drasticamente che forse la decisione del BCCI di non annullare la partita era strategica, affermando che "i cricket indiani sono meglio abituati a un'aria così cattiva rispetto a qualsiasi altra nazione di cricket".

I giocatori indiani, abituati a giocare in ambienti con scarsa qualità dell'aria, saranno in grado di tollerare meglio i livelli orribili di inquinamento atmosferico e di giocare meglio degli atleti che sono abituati ad allenarsi in climi con livelli di inquinamento dell'aria inferiori, ha spiegato.

"L'India, attraverso gli apri serie programmati nell'aria tossica di Delhi, introdurrà la disintegrazione polmonare nel gioco ", ha detto Siddharth Monga in un pezzo per ESPN.

Crediti immagine: www.aqicn.org, Arvind Kejriwal.