DC ha ora un'aria più pulita. Ma mentre i piani di riapertura continuano, come può tenere a bada l'inquinamento? - BreatheLife2030
Aggiornamenti di rete / Washington, DC, Stati Uniti d'America / 2020-07-07

DC ha ora un'aria più pulita. Ma mentre i piani di riapertura continuano, come può tenere a bada l'inquinamento ?:

La qualità dell'aria a Washington, DC è migliore del 10-20% circa rispetto allo scorso anno. Mentre il Distretto riapre, tuttavia, cosa si può fare per continuare a contenere l'inquinamento?

Washington, DC, Stati Uniti d'America
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 7 verbale

Questo è uno articolo di Ethan Goffman per Greater Greater Washington. È ripubblicato qui sotto un Creative Commons /CC BY-NC 4.0 licenza.

Un arresto indotto dalla pandemia è un modo duro per ottenere aria più pulita, ma ha fatto proprio questo. Secondo Tommy Wells, direttore dell'Ufficio distrettuale per l'energia e l'ambiente (DOEE), la qualità dell'aria in DC è del 10-20% circa in questo momento dell'anno scorso. In effetti, la regione "deve ancora sperimentare una giornata con cattiva qualità dell'aria nel 2020. "

Ciò è in parte dovuto a un minor numero di auto sulla strada e più persone che camminano e prendono altre modalità di trasporto per spostarsi - se si muovono affatto.

Mentre il Distretto riapre, tuttavia, cosa si può fare per continuare a contenere l'inquinamento?

Un mondo di cambiamenti nella qualità dell'aria

Siamo in un periodo di aria più pulita in tutto il pianeta. Le emissioni di gas serra sono diminuite del 17% nell'aprile del 2020 rispetto all'anno precedente. Delhi, in India, ad esempio, ha visto un calo di oltre il 70% delle particelle nocive di PM 2.5 e del biossido di azoto, mentre in Cina l'aria più pulita "probabilmente ha salvato tra 53,000 e 77,000 vite", sebbene l'inquinamento sia salito via via che le restrizioni sono aumentate, secondo il National Geographic.

DC aveva già un ambizioso programma per aumentare le alternative alle automobili e le misure di risposta al coronavirus lo hanno accelerato.

La nostra nuova realtà condivisa "crea un'opportunità per reimmaginare ulteriormente il nostro spazio, in modo da poter premiare le modalità che hanno un impatto ambientale minore", ha affermato Payton Chung, presidente del Comitato per la crescita intelligente del capitolo del Sierra Club DC.

Mentre usciamo dalla quarantena, sia rapidamente che lentamente, la regione DC può mantenere alcuni dei benefici dell'aria pulita che abbiamo sperimentato?

Gli impatti dell'inquinamento atmosferico

L'inquinamento atmosferico probabilmente peggiora le vittime del coronavirus, secondo uno studio di Harvarde sicuramente peggiora altre malattie respiratorie. E l'aumento nelle giornate calde a causa dei cambiamenti climatici aggrava l'inquinamento atmosferico nelle città, an Rapporto dell'American Lung Association spiega, portando a più "alti giorni di ozono e inquinamento da particelle a breve termine" negli ultimi cinque anni.

Washington, DC aveva già ricevuto un grado di F per l'inquinamento da ozono, "noto anche come smog", dall'American Lung Association in un rapporto 2019. L'inquinamento atmosferico locale aumenta il rischio di asma, malattia polmonare ostruttiva cronica, cancro ai polmoni e malattie cardiovascolari.

Quest'anno, tuttavia, il distretto sta vivendo aria pulita e sana, con una riduzione del 20% dei livelli di ossido di azoto - che aggrava l'asma - anche dopo aver tenuto conto delle condizioni meteorologiche, ha affermato Kelly Crawford, direttore associato della divisione qualità dell'aria, DC DOEE. Ha aggiunto che siamo nel mezzo di "uno dei nostri periodi più lunghi" di giorni di buona qualità dell'aria "mai senza superamenti di ozono".

Ci sono alcuni avvertimenti. Il traffico di autocarri pesanti è rimasto a livelli elevati. E prendere in giro quanta parte del miglioramento della qualità dell'aria è dovuta alla riduzione del traffico, quanto alla nostra primavera insolitamente fresca e ventosa, e quanto ad altre fonti di inquinamento, è difficile. In effetti, i dipartimenti dell'ambiente DC, Maryland e Virginia stanno collaborando su "esperimenti, osservazioni e misurazioni, in modo che possiamo fare un tuffo più profondo" in quali fattori sono i più responsabili dell'aria più pulita della regione, ha detto Crawford.

E, naturalmente, il traffico è solo un pezzo del puzzle. In particolare, "il 74% dei nostri gas a effetto serra è causato dall'uso di energia negli edifici", ha affermato Wells.

Tuttavia, ridurre il traffico è chiaramente una parte importante della nostra migliore qualità dell'aria quest'anno. DC aveva già lavorato per ridurre i viaggi in auto da solo e lo spegnimento ha fornito opportunità per accelerare questo.

Una pista ciclabile sulla 15th Street NW di Joe Flood concesso in licenza in base a Creative Commons.

DC intraprende alcune azioni aggressive per aumentare le alternative di transito, ma è sufficiente?

Il distretto ha adottato diverse misure per migliorare la camminata, la bicicletta e il transito, il che riduce il traffico automobilistico e porta a un'aria più pulita.

"Il Distretto di Columbia ha piani di trasporto di vasta portata", ha sottolineato Chung, come indicato in il piano Sposta DC. Per Chung, tuttavia, il "livello di dettaglio" è stato inadeguato, lasciando il distretto impreparato al coronavirus.

“Entro il 2020 ci sarebbero state molte più miglia di piste ciclabili sulle strade di DC. Da molti anni chiediamo corsie per autobus in corridoi chiave come la 16th Street Northwest. ” Una volta colpito dalla pandemia, è stato "difficile fare il sensibilizzazione della comunità che è necessario prima di apportare cambiamenti drastici agli spazi pubblici".

Mentre i grandi piani a lungo termine con una lenta attuazione sono uno schema comune a molte giurisdizioni, Chung indicava Oakland, in California, come una città che era pronta ad agire in modo rapido ed efficace. Già ad aprile, Oakland ha limitato l'accesso ai veicoli su circa il 10% delle sue strade. E l'Europa ha fatto molto meglio degli Stati Uniti; per esempio, Parigi ha "Converti [oltre] oltre 30 miglia di arterie principali ... in una rete di autostrade per biciclette."

Tuttavia, il Distretto ha intrapreso molte azioni degne di nota, sia prima della pandemia che in risposta, che migliorano il trasporto pubblico e rendono più facili le passeggiate e il ciclismo. Il 1 giugno la città ha ridotto il limite di velocità da 25 mph a 20 mph, un cambiamento destinato ad essere permanente. E ha istituito una rete di "strade lente" che limitano le auto al traffico locale con una velocità massima di 15 mph.

Uno dei vantaggi del traffico più lento è che contribuirà a ridurre le lesioni e le morti di pedoni e biciclette, un passo avanti Impegno di Vision Zero di DC eliminare le morti per traffico entro il 2024. Una piccola differenza nel limite di velocità fa un'enorme differenza nei decessi; quando colpito da un veicolo che viaggia a 20 mph, nove su 10 pedoni sopravvivono, ma a 30 miglia orarie solo cinque su 10 sopravvivono.

Situato in sette posizioni in diversi angoli della città, le strade lente offrono opportunità per passeggiare, andare in bicicletta e in generale godersi il clima eccellente, rimanendo a un metro e mezzo dagli altri. Mentre lontano da una rete connessa, le attuali "strade lente" sono solo la prima fase, con la futura espansione da annunciare. L'ideale a lungo termine sarebbe "creare una rete di strade lente che colleghino tutti i nostri quartieri attraverso tutti e otto i reparti della nostra città, assolutamente", ha affermato Cheryl Cort, direttore delle politiche della coalizione per una crescita più intelligente.

Inoltre, DC si sta espandendo marciapiedi "Vicino a negozi di alimentari e altri rivenditori essenziali", oltre ad aggiungere spazio all'aperto per cenare. Questi servizi, che renderanno la vita all'aperto molto più piacevole per passeggiare, cenare e in generale contemplare la vita, sono pensati per essere solo temporanei. E la città ha strade chiuse alle auto di Rock Creek Park, Fort Dupont e Anacostia Park, creando altre isole di pedonabilità e pedonabilità.

Ho "Eye" corsia per gli autobus di strada di BeyondDC concesso in licenza in base a Creative Commons.

La città ha anche approfittato della pandemia per accelerare i programmi per migliorare il servizio di autobus. I piani per corsie riservate agli autobus su rotte chiave che avrebbero spostato più persone più rapidamente, erano in attesa da tempo, ma alla fine si sono concretizzati nell'ultimo anno o due. Il distretto ha già creato corsie dedicate agli autobus su H and I Streets e 16th Street, e sta accelerando i piani su 14th Street e K Street.

In un nuovo pezzo di buone notizie per i sostenitori del transito, il Il governo DC ha annunciato che "assegnerà corsie e darà la priorità ai segnali per i corridoi degli autobus della rete Lifeline" 27 percorsi chiave considerato essenziale per la regione. Cort ha espresso l'entusiasmo per il fatto che "la città si sta muovendo rapidamente su corsie riservate agli autobus e dà priorità al segnale".

La città sta inoltre finendo le piste ciclabili protette su Irving Street e altrove. Cort ha elogiato questi sforzi, ma spera che la città possa fare ancora di più, sostenendo che "questo è il momento per un overdrive nel rendere il pendolarismo in bicicletta sicuro e accessibile". In effetti, ha sostenuto che abbiamo bisogno di piste ciclabili protette in tutti gli otto reparti.

Una questione di accesso - e giustizia - per tutti

Cort indicò un impiegato dell'ospedale che cavalcava la sua bicicletta sul marciapiede da Congress Heights all'ospedale Howard University. "Un lavoratore del genere dovrebbe avere un percorso ciclabile bello e sicuro collegato su strade lente, che è su piste ciclabili dedicate e piste protette", ha esclamato.

La mancanza di piste ciclabili è solo una parte dei modelli profondamente radicati nelle comunità a basso reddito e nere e marroni. Impatti di incidenti stradali e cattiva qualità dell'aria sono particolarmente duri per questi gruppi.

Un'area in cui il Distretto ha fatto bene è la diffusione dei nuovi percorsi pedonali e ciclabili creati in risposta al Coronavirus in tutta la DC, fornendo accesso a varie comunità. Tuttavia, permangono disparità.

Le mutevoli dinamiche di strada intorno ai negozi di alimentari stanno avvenendo "generalmente in quartieri con risorse migliori", ha detto Chung. Cort ha sottolineato che "non ci sono molti negozi di alimentari a est del fiume", uno dei tanti problemi di equità a lungo termine.

Anche i camion pesanti rappresentano un problema, poiché "tendiamo a vedere strutture che ospitano flotte diesel situate in quartieri a basso reddito e neri e marroni", ha affermato Lara Levison, presidente del Clean Energy Committee del Capitolo Sierra Club DC. Ha aggiunto che "giorni più caldi, più ozono a livello del suolo e impatti sulla salute sono maggiori per le persone che lavorano all'aperto e per le persone in cattive condizioni di salute che più spesso sono persone a basso reddito e persone di colore".

Le disuguaglianze a lungo termine radicate nelle infrastrutture di vicinato richiedono uno sforzo supplementare. Chung ha raccomandato un maggiore coinvolgimento del pubblico per trovare modi per affrontare "condizioni non sicure in aree che storicamente hanno avuto meno risorse". Nuovi sforzi possono essere collegati alle attuali proteste, che comprendono non solo la violenza della polizia ma anche le disuguaglianze in più arene.

Corsia di servizio pedonale Cleveland Park di BeyondDC concesso in licenza in base a Creative Commons.

E il futuro?

Con la sincronicità tra i piani di trasporto a lungo termine di DC e le misure Covid-19 per strade più aperte, molti degli attuali cambiamenti potrebbero diventare permanenti, alterando il modo in cui la città si aggira. Inoltre, è probabile che un maggiore telelavoro riduca la congestione, in particolare durante i periodi di punta mattutina e serale.

Tuttavia, la situazione per il trasporto pubblico è problematica, in quanto i sistemi di autobus e ferroviari affrontano problemi finanziari dovuti alla riduzione drasticamente dei passeggeri e alla paura a lungo termine di tornare su autobus e treni affollati.

Tuttavia, le preoccupazioni circa la diffusione della malattia nel trasporto pubblico sono estremamente esagerate. Secondo a recente articolo sull'Atlantico, nuovi studi di Parigi e dell'Austria hanno dimostrato che zero cluster di infezioni Covid-19 potevano essere ricondotti ai sistemi di transito. A Hong Kong e nelle città giapponesi, luoghi fortemente dipendenti dal trasporto pubblico, i numeri di COVID-19 sono stati relativamente piccoli.

Una misura che potrebbe favorire il transito è già davanti al Consiglio DC; un disegno di legge presentato dal consigliere Charles Allen (Reparto 6) che sovvenzionerebbe il trasporto pubblico $ 100 al mese, per residente. "Se ciò andrà a buon fine nello stesso momento in cui le persone torneranno al lavoro, vedremo se questo sarà un grande cambiamento", ha detto Wells.

Il transito ha recentemente ricevuto una spinta dalle proteste in corso, con a Aumento del 150% dei passeggeri di un solo sabato. L'apertura parziale della regione ha già favorito l'espansione del servizio Metrobus. Tuttavia il transito rimane irto di incertezza.

Chung aveva un paio di suggerimenti. Man mano che le ore di punta tradizionali diminuiscono, "il sistema di transito dovrà adattarsi a livelli inferiori di passeggeri distribuiti su un periodo di tempo più lungo". Suggerisce di studiare metodi come una maggiore ventilazione per ridurre il rischio di contrarre il virus.

Nel complesso, quindi, migliori percorsi pedonali e ciclabili, traffico più lento e più telelavoro hanno tutti accelerato durante questi tempi difficili e ciò ha contribuito a ridurre l'inquinamento e migliorare la qualità dell'aria.

Foto di banner da Ted Eytan concesso in licenza in base a Creative Commons.