Il raffreddamento ecologico potrebbe ridurre anni di emissioni di gas serra e risparmiare miliardi di dollari USA: ONU - BreatheLife2030
Aggiornamenti di rete / Nairobi, Kenya / 2020-07-20

Il raffreddamento rispettoso del clima potrebbe ridurre anni di emissioni di gas serra e risparmiare miliardi di dollari USA: ONU:

Poiché la necessità di raffreddamento aumenta al passo con le temperature mondiali, gli apparecchi ad alta efficienza energetica e rispettosi del clima sono fondamentali per raggiungere gli obiettivi dell'accordo di Parigi

Nairobi, Kenya
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 3 verbale
  • Poiché la necessità di raffreddamento aumenta al passo con le temperature mondiali, gli apparecchi ad alta efficienza energetica e rispettosi del clima sono fondamentali per raggiungere gli obiettivi dell'accordo di Parigi;
  • 3.6 miliardi di apparecchi sono attualmente in uso: entro il 14 saranno necessari 2050 miliardi per soddisfare tutte le esigenze;
  • Gli esperti esortano il mondo a concentrarsi sul miglioramento del raffreddamento nei piani di recupero post-pandemia

Nairobi, 17 luglio 2020 - Un'azione internazionale coordinata per un raffreddamento efficiente dal punto di vista energetico e rispettoso del clima potrebbe evitare fino a 460 miliardi di tonnellate di emissioni di gas a effetto serra - all'incirca pari a otto anni di emissioni globali ai livelli del 2018 - nei prossimi quattro decenni, secondo i Emissioni di raffreddamento e rapporto di sintesi delle politiche del Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP) e dell'Agenzia internazionale dell'energia (AIE).

Riduzioni comprese tra 210 e 460 miliardi di tonnellate di anidride carbonica (CO2) equivalente le emissioni possono essere erogate nei prossimi quattro decenni attraverso azioni per migliorare l'industria del raffreddamento's efficienza energetica insieme al passaggio a refrigeranti rispettosi del clima, secondo il rapporto.

Il rapporto afferma che i paesi possono istituzionalizzare molte di queste azioni integrandole nella loro attuazione del Kigali Modifica del protocollo di Montreal. I firmatari dell'emendamento di Kigali hanno concordato di ridurre la produzione e l'uso di gas refrigeranti che riscaldano il clima noti come idrofluorocarburi (HFC), che hanno il potenziale per evitare fino a 0.4°C del riscaldamento globale entro il 2100 solo attraverso questo passaggio.

Le nazioni devono ridurre drasticamente le emissioni di gas a effetto serra per andare sulla buona strada per limitare l'aumento della temperatura globale di questo secolo a 1.5 ° C. Ciò è fondamentale per ridurre al minimo gli effetti disastrosi dei cambiamenti climatici. Man mano che le nazioni investono nella ripresa di COVID-19, hanno l'opportunità di usare saggiamente le proprie risorse per ridurre i cambiamenti climatici, proteggere la natura e ridurre i rischi di ulteriori pandemie. Un raffreddamento efficiente e rispettoso del clima può aiutare a raggiungere tutti questi obiettivi ", ha dichiarato Inger Andersen, direttore esecutivo dell'UNEP.

La relazione sottolinea l'importanza del raffreddamento per il mantenimento di comunità sane; vaccini e alimenti freschi; un approvvigionamento energetico stabile e produttivo La natura essenziale dei servizi di raffreddamento è sottolineata dalla pandemia di COVID-19, poiché i vaccini sensibili alla temperatura richiederanno un rapido dispiegamento in tutto il mondo; i blocchi che costringono le persone a rimanere a casa per lunghi periodi di tempo sono un problema di salute in molti paesi caldi.

Tuttavia, la crescente domanda di raffreddamento sta contribuendo in modo significativo ai cambiamenti climatici. Questo è il risultato delle emissioni di HFC, CO2, e carbone nero proveniente dall'energia prevalentemente a base di combustibili fossili che alimenta i condizionatori d'aria e altre apparecchiature di raffreddamento.

"Mentre i governi lanciano enormi pacchetti di stimolo economico per affrontare gli impatti economici e sociali della crisi COVID-19, hanno un'opportunità unica per accelerare il progresso verso un raffreddamento efficiente e rispettoso del clima. Standard di efficienza più elevati sono uno degli strumenti più efficaci. i governi devono soddisfare gli obiettivi energetici e ambientali. Migliorando l'efficienza del raffreddamento, possono ridurre la necessità di nuove centrali elettriche, ridurre le emissioni e risparmiare denaro ai consumatori. Questo nuovo rapporto fornisce ai responsabili politici informazioni preziose per aiutarli ad affrontare la sfida del raffreddamento globale ”ha affermato Dott. Fatih Birol, direttore esecutivo dell'AIE.

In tutto il mondo, sono in uso circa 3.6 miliardi di apparecchi di raffreddamento. Il rapporto afferma che se il raffreddamento viene fornito a tutti coloro che ne hanno bisogno - e non solo a quelli che possono permetterselo - ciò richiederebbe fino a 14 miliardi di apparecchi di raffreddamento entro il 2050.

L'AIE stima che il raddoppio dell'efficienza energetica del condizionamento d'aria entro il 2050 ridurrebbe la necessità di 1,300 gigawatt di capacità aggiuntiva di generazione di energia elettrica per soddisfare il picco della domanda, l'equivalente di tutta la capacità di generazione di energia a carbone in Cina e India nel 2018. In tutto il mondo, il raddoppio dell'efficienza energetica dei condizionatori d'aria potrebbe consentire di risparmiare fino a 2.9 trilioni di dollari entro il 2050 nella sola riduzione dei costi di generazione, trasmissione e distribuzione di elettricità.

L'azione sull'efficienza energetica porterebbe molti altri vantaggi, come un maggiore accesso al raffreddamento salvavita, una migliore qualità dell'aria e una riduzione delle perdite e degli sprechi alimentari, afferma il rapporto.

Il rapporto delinea le opzioni politiche disponibili che possono rendere il raffreddamento parte del clima e soluzioni di sviluppo sostenibile, tra cui:

  • Cooperazione internazionale attraverso ratifica universale e attuazione dell'emendamento di Kigali e iniziative come la Cool Coalition e il Biarritz Pledge per un'azione rapida sul raffreddamento efficiente
  • Piani d'azione nazionali per il raffreddamento che acceleri la transizione verso un raffreddamento rispettoso del clima e identifichi le opportunità per incorporare un raffreddamento efficiente in contributi più determinati a livello nazionale ai sensi dell'accordo di Parigi;
  • Sviluppo e implementazione di Standard minimi di prestazione energetica ed etichettatura di efficienza energetica per migliorare l'efficienza dell'attrezzatura.
  • Promozione di codici di costruzione e altre considerazioni per ridurre la domanda di refrigerante e raffreddamento meccanico, compresa l'integrazione del raffreddamento di distretto e comunità nella pianificazione urbana, miglioramento della progettazione degli edifici, tetti verdi e ombreggiamento degli alberi;
  • Campagne fermare il dumping dei prodotti dannosi per l'ambiente per trasformare i mercati ed evitare l'onere di tecnologie di raffreddamento obsolete e inefficienti;
  • Catene del freddo sostenibili sia per ridurre la perdita di cibo - un importante contributo alle emissioni di gas serra - sia per ridurre le emissioni delle catene del freddo.

La relazione peer-review di 48 pagine è stata redatta da una serie di esperti sotto la guida di un comitato direttivo di 15 membri copresieduto dal premio Nobel Mario Molina, Presidente, Centro Mario Molina, Messico e Durwood Zaelke, Presidente, Institute for Governance & Sustainable Development, USA. Il rapporto è supportato dal Kigali Cooling Efficiency Program (K-CEP).

rapporto di sintesi di raffreddamento

Questo è un comunicato stampa del Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente. Per i dettagli di contatto, visitare il sito web dell'UNEP

Leggi il rapporto UNEP / IEA qui: Emissioni di raffreddamento e relazione di sintesi politica: vantaggi dell'efficienza di raffreddamento e della modifica di Kigali