Una nuova relazione delinea le misure di inquinamento atmosferico che possono salvare milioni di vite e rallentare i cambiamenti climatici - BreatheLife 2030
Aggiornamenti di rete / Ginevra, Svizzera / 2018-10-30

Una nuova relazione delinea le misure di inquinamento atmosferico che possono salvare milioni di vite e rallentare il cambiamento climatico:

Secondo 25, le misure efficaci sotto il profilo economico possono vedere 1 miliardi di persone in Asia respirare aria pulita da 2030, secondo il rapporto lanciato durante la principale conferenza sull'inquinamento atmosferico

Ginevra, Svizzera
Forma Creato con Sketch.

Questo articolo è apparso per la prima volta il sito web Climate and Clean Air Coalition.

Milioni di vite potrebbero essere salvate e un miliardo di persone che vivono in Asia potrebbe respirare aria pulita da 2030 se 25 attuasse misure semplici ed economiche, secondo un nuovo rapporto delle Nazioni Unite.

Attualmente, circa 4 miliardi di persone - il 92 per cento dell'Asia e la popolazione del Pacifico - sono esposti a livelli di inquinamento atmosferico che rappresentano un rischio significativo per la loro salute.

Il rapporto, pubblicato alla prima conferenza mondiale dell'OMS sull'inquinamento atmosferico e la salute, l'inquinamento atmosferico in Asia e nel Pacifico: Science-based Solutions, è la prima valutazione scientifica completa delle prospettive di inquinamento atmosferico in Asia e nel Pacifico. Descrive in dettaglio le politiche e le misure tecnologiche di 25 che offriranno vantaggi in tutti i settori.

Secondo il rapporto, l'implementazione efficace delle misure 25 comporterebbe una riduzione del 20 per cento del biossido di carbonio e una riduzione del 45 per cento delle emissioni di metano, impedendo fino a un terzo di grado Celsius nel riscaldamento globale. La conseguente riduzione dell'ozono a livello del suolo ridurrebbe le perdite di raccolto del 45% per mais, riso, soia e grano combinati.

Circa 7 milioni di persone in tutto il mondo muoiono prematuramente ogni anno per malattie legate all'inquinamento atmosferico, con circa 4 milioni di questi decessi verificatisi nell'Asia-Pacifico. Le riduzioni dell'inquinamento atmosferico esterno dalle misure 25 potrebbero ridurre la mortalità prematura nella regione di un terzo e contribuire a evitare 2 milioni di morti premature dall'inquinamento dell'aria indoor.

Erik Solheim, a capo di UN Environment, ha dichiarato: "È spiacevole che respirare aria pulita, il più basilare dei bisogni umani, sia diventato un lusso in molte parti del mondo. Ma ci sono numerose soluzioni collaudate che possiamo mettere in atto ora per risolvere questo problema. L'attuazione di queste misure di qualità dell'aria non solo fa bene alla salute e all'ambiente, ma può anche stimolare l'innovazione, la creazione di posti di lavoro e la crescita economica ".

Si prevede che l'implementazione delle misure 25 costerà $ 300-600 miliardi all'anno, solo dell'5 per cento del previsto aumento annuo del PIL di US $ 12 trilioni. Oltre a fornire sostanziali benefici per la salute umana, la produzione alimentare, la protezione ambientale e la mitigazione dei cambiamenti climatici, si accumulerà un paniere di benefici collaterali, compresi i risparmi sul controllo dell'inquinamento.

L'analisi tiene conto della considerevole diversità della regione e raggruppa le misure selezionate in tre categorie:

• Controlli delle emissioni convenzionali incentrati sulle emissioni che portano alla formazione di particelle fini (PM2.5). Ciò include attività quali: norme sulle emissioni e controlli su veicoli, centrali elettriche e industrie di grandi e piccole dimensioni.

• Ulteriori misure (di prossima fase) sulla qualità dell'aria per ridurre le emissioni che portano alla formazione di PM2.5 e non sono ancora componenti importanti delle politiche di aria pulita in molte parti della regione. Ciò include attività come: ridurre il consumo di rifiuti solidi agricoli e urbani, prevenire gli incendi delle foreste e delle torbiere e una corretta gestione del letame di bestiame.

• Misure che contribuiscono agli obiettivi prioritari dello sviluppo con benefici per la qualità dell'aria. Ciò include attività come: fornitura di energia pulita per le famiglie, miglioramento dei trasporti pubblici e promozione dell'uso di veicoli elettrici, utilizzo di energia rinnovabile per la produzione di energia elettrica e collaborazione con compagnie petrolifere e del gas per fermare il flaring e ridurre le perdite.

Le misure di aria pulita 25 non sono ugualmente appropriate per ogni parte dell'Asia-Pacifico. La diversità della regione significa che le misure devono essere adattate, prioritarie e attuate in base alle condizioni nazionali.

Il rapporto è una collaborazione tra il Programma per l'Ambiente delle Nazioni Unite (Ambiente ONU), Asia Pacific Clean Air Partnership (APCAP) e Climate and Clean Air Coalition (CCAC), è stato lanciato alla prima conferenza mondiale dell'OMS sull'inquinamento atmosferico e la salute.

Per saperne di più qui: Nuovo rapporto delinea le misure di inquinamento dell'aria che possono salvare milioni di vite e cambiamenti climatici lenti

Report e illustrazioni infografiche qui: Misure di inquinamento atmosferico per l'Asia e il Pacifico


Altre citazioni

Dott. Rokho Kim, Coordinatore regionale per la salute e l'ambiente, OMS, Regione del Pacifico occidentale: "A causa della rapida industrializzazione e urbanizzazione, le persone nell'Asia del Pacifico soffrono di morti evitabili e malattie associate all'inquinamento atmosferico molto più grandi di quelle che vivono in altre regioni. Ad esempio, circa 2.2 milioni di persone muoiono a causa dell'inquinamento atmosferico nel Pacifico occidentale ogni anno. Spero che la relazione aiuti i paesi e le città della regione Asia e Pacifico a proteggere la salute e la vita umana dagli impatti dell'inquinamento atmosferico ".

Takashi Ohmura, consigliere del Ministero dell'Ambiente giapponese: "La cooperazione tra una varietà di paesi, governi locali, industrie e organizzazioni della società civile è essenziale per attuare le misure di aria pulita 25. Per favorire tale cooperazione, i quadri regionali svolgono un ruolo significativo. Continueremo a lavorare con i nostri quadri partner, tra cui la partnership Asia-Pacifico per l'aria pulita e la Coalizione per il clima e l'aria pulita per migliorare la qualità dell'aria. Insieme possiamo attuare il cambiamento per il maggiore sviluppo sostenibile e sostenibile dell'Asia e del Pacifico ".

Helena Molin Valdés, capo della segreteria della Coalizione per il clima e l'aria pulita: "La qualità dell'aria e il cambiamento climatico sono strettamente correlati. Molte delle misure delineate in questo rapporto riducono gli inquinanti climatici di breve durata come il metano, il nero di carbonio, gli idrofluorocarburi e l'ozono troposferico. Ridurre rapidamente questi potenti forzanti climatici e il biossido di carbonio è l'unico modo per assicurarci di mantenere il riscaldamento a gradi Celsius 1.5. L'implementazione di queste misure non è solo una vittoria per la salute e il benessere della regione, è una vittoria per il pianeta ".

Segnala Co-Chair, Professor Yun-Chul Hong, della Seoul National University: "Nel proporre queste misure 25, sono state condotte modellizzazioni all'avanguardia su diverse centinaia di potenziali opzioni per ridurre l'inquinamento atmosferico. Il rapporto fornisce un quadro chiaro dei benefici che si possono ottenere adottando le misure e offre alcuni orientamenti sull'implementazione attraverso studi di casi reali. Speriamo che la relazione funga da piattaforma per condividere esperienze e azioni pratiche per prevenire e controllare l'inquinamento atmosferico in tutta la regione dell'Asia e del Pacifico ".

Dr Johan Kuylenstierna, Policy Director presso Stockholm Environment Institute: "Le soluzioni esposte in questo rapporto, se fatte entro gli anni 10, costerebbero solo una piccola parte dell'aumento di ricchezza nel tempo. Per realizzare questi benefici, i paesi dovranno scegliere le azioni di aria pulita più appropriate tra le migliori soluzioni 25. Ad esempio, implementando e rafforzando i controlli dell'inquinamento atmosferico nell'industria e nelle centrali elettriche, riducendo le emissioni dei veicoli e investendo nelle energie rinnovabili e nell'efficienza energetica ".


Foto di banner di Jean-Etienne Minh-Duy Poirrier /CC BY-SA 2.0.