London aspires to become world's most walkable city - BreatheLife 2030
Aggiornamenti città / Londra, Regno Unito / 2018-08-02

Londra aspira a diventare la città più percorribile del mondo:

Il primo piano d'azione a piedi di Londra ha come obiettivo un altro milione di spostamenti a piedi al giorno da parte di 2041

Londra, Regno Unito
Shape Creato con Sketch.

L'obiettivo: un milione di viaggi a piedi in più presi ogni giorno come parte di unstrategia più ampiaper ottenere 80 per cento di tutti i viaggi a Londra fatti a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici prima di 2041.

L'investimento: un record di 2.2bn nelle strade di tutta Londra per renderli migliori per camminare e andare in bicicletta e migliorare la qualità dell'aria.

Questo luglio, il Il sindaco di Londra ha annunciato il primo piano d'azione a piedi di Londra, parte di una visione più ampia per ridurre l'inquinamento atmosferico nella capitale di 8.8 milioni di persone aumentando la sicurezza stradale e l'idoneità fisica.

Foto di Transport for London.

Il piano ha lo scopo di rimuovere gli ostacoli conosciuti alla camminata da:

• Progettare, costruire e gestire strade per le persone che camminano, offrendo migliori spazi pubblici, più percorsi pedonali e attraversamenti pedonali più numerosi e più ampi;
• Assicurare che la camminata sia prioritaria in ogni nuovo schema infrastrutturale, attraverso la prima guida di progettazione pedonale di Londra e una serie di altri strumenti e analisi per supportare i comuni a fornire schemi locali;
• Permettere a migliaia di bambini di andare a scuola a piedi raddoppiando il numero di scuole STARS accreditate Gold che promuovono percorsi salutari a scuola e sostenendo chiusure stradali programmate, giornate senza auto e limiti di velocità 20mph nelle scuole;
• Sviluppare una tecnologia innovativa per i segnali stradali che renda più sicuro e più facile per i pedoni attraversare le strade, riducendo al minimo la congestione; e
• Creazione di nuovi 'Active Travel Hubs' presso le stazioni della metropolitana di Londra, rendendo più facile camminare come parte di un viaggio in avanti.

Sparking una tendenza nazionale?

L'annuncio è arrivato poche settimane dopo che la Greater Manchester ha annunciato il suo piano per costruire la più grande rete di ciclismo e passeggiate nel Regno Unito, e pochi giorni prima il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha innescato un allarme "alto" sull'inquinamento atmosferico in città.

"Questa è la seconda volta in sei mesi che abbiamo dovuto usare il sistema di allerta" alto "e mostra solo perché l'inquinamento atmosferico è una crisi di salute pubblica", ha detto in un comunicato stampa.

E, solo cinque giorni dopo il rilascio del piano di percorribilità, anche l'ufficio del sindaco ha lanciato un piano ambizioso per eliminare le morti sulle strade di Londra che ha sottolineato la profonda importanza della pianificazione urbana per raccogliere una moltitudine di co-benefici per la salute, la vivibilità e l'economicità delle politiche.

Ricerca recente stima che se i londinesi passassero 20 minuti al giorno pedalando o camminando, salverebbero il servizio sanitario nazionale del paese xNUMXX miliardi di sterline all'anno.

"Facendo in modo che i londinesi possano lasciare le loro macchine a casa e camminare invece, affronterà la crisi dell'inquinamento atmosferico e ridurrà la congestione mentre la popolazione di Londra continua a crescere", ha affermato il primo commissario di Londra a piedi e in bicicletta, Will Norman.

Questa popolazione Si prevede che cresca da 8.7 milioni a 10.5 milioni nei prossimi anni 25, generando oltre cinque milioni di viaggi aggiuntivi ogni giorno attraverso la rete di trasporto.

"Crisi" non è un'esagerazione: l'inquinamento atmosferico del Regno Unito è stato dichiarato tre volte "illegale" dalle corti europee, e il paese dovrebbe venire prima della sua più alta corte per non aver affrontato adeguatamente il problema.

Quasi 9,500 I londinesi muoiono prematuramente per via dell'inquinamento atmosferico, secondo ricerca commissionato da Transport for London e Greater London Authority.

Quella statistica è stata data un volto umano il mese scorso, quando sono state rilasciate le conclusioni di un'inchiesta sulla morte di Ella Kissi-Debrah.

"Senza livelli illegali di inquinamento atmosferico, Ella non sarebbe morta "

Ella, di nove anni, che amava nuotare, ballare e giocare a calcio, ha avuto un attacco di asma e è morta quando l'inquinamento atmosferico ha colpito il punto in cui viveva.

Fu l'ultimo di una serie di attacchi d'asma negli anni in cui la sua famiglia aveva vissuto lì, 25 metri dalla South Circular Road di Londra, un "Hotspot dell'inquinamento famigerato"e, come tutti tranne uno dei suoi ricoveri in ospedale, ha coinciso con un picco di inquinamento atmosferico nella sua località.

Quest'ultimo è stato uno dei risultati di un rapporto del prof Stephen Holgate, presidente del comitato consultivo del governo sugli effetti dell'inquinamento atmosferico.

La sua potrebbe essere la prima morte direttamente attribuibile all'inquinamento atmosferico in città: il rapporto del prof Holgate, secondo la BBC, ha detto che l'esposizione agli inquinanti atmosferici era un "fattore chiave" delle condizioni di Ella e ha concluso che c'era una "prospettiva reale che senza livelli illegali di inquinamento atmosferico, Ella non sarebbe morta".

"I livelli illegali di inquinamento atmosferico hanno contribuito alla causa e alla gravità dell'asma di Ella in un modo che ha compromesso enormemente la sua qualità di vita ed è stato causativo del suo fatale attacco d'asma", ha detto.

I ricercatori hanno utilizzato stazioni di monitoraggio vicino alla casa di Ella per tracciare le correlazioni tra i livelli di biossido di azoto e PM10 (particolato fine) nella località e le ammissioni ospedaliere.

E, come in molte grandi città del mondo, il principale fattore di inquinamento da biossido di azoto e particolato a Londra è il traffico.

Una sfida in salita?

Tuttavia, le iniziative per incoraggiare le persone a passare dalle auto a camminare, in bicicletta e con i mezzi pubblici hanno il loro lavoro da fare.

Anche se gli sforzi per eliminare la corsa scolastica sono stati implementati - 1 nelle auto 4 sulla strada a Londra nelle ore di punta stanno facendo corse scolastiche - nuovi dati dalla National Travel Survey mostrare che un numero minore di studenti delle scuole elementari sta camminando o andando in bicicletta a scuola.

Solo il 51% dei bambini delle scuole elementari sta facendo questo, scendendo dal 53 per cento in 2017, e un enorme spostamento dal numero 70 di bambini delle scuole elementari che hanno frequentato la scuola una generazione fa.

Il sindaco Khan è persistente, tuttavia, questo mese invitare ogni città di Londra a partecipare al World Car Free Day di quest'anno a settembre 22, mentre Transport for London sta lavorando con più di scuole 100 per abbandonare l'auto per la scuola quel giorno, esortando i genitori o gli accompagnatori a camminare o andare in bicicletta con i propri figli a scuola.

Questi sforzi sono l'ultimo di una serie di iniziative fuori dall'ufficio del sindaco per combattere l'inquinamento atmosferico a Londra, famoso per il lancio di una zona a bassa emissione (ULEZ), che richiede standard minimi di emissione per i veicoli; i veicoli che non soddisfano questi standard devono pagare un supplemento giornaliero di 10 in aggiunta all'addebito per congestione.

Altri includono l'investimento di 300 milioni di sterline per l'inverdimento della flotta di autobus londinesi e la sospensione delle licenze per i nuovi taxi diesel da 2018.

Leggi di più:Comunicato stampa: Londra diventerà la città più percorribile del mondo


bandiera foto di Roberto Trombetta, CC BY-NC 2.0.