Faster action on black carbon emissions is needed: report - BreatheLife 2030
Aggiornamenti città / Parigi, Francia / 2018-07-21

È necessaria un'azione più rapida sulle emissioni di carbonio nero: report:

Gli standard di tutto il mondo devono cambiare più rapidamente per raggiungere gli obiettivi di emissioni e temperature

Parigi, Francia
Shape Creato con Sketch.

Un'azione più rapida sulle emissioni di carbonio nero di quanto inizialmente ritenuto necessario per la riduzione delle emissioni e gli obiettivi di temperatura da rispettare, secondo il Consiglio internazionale sui trasporti puliti (ICCT) e il Climate and Clean Air Coalition (la Coalizione).

Un rapporto dell'ICCT, sponsorizzato dalla Coalizione, fa il punto sui progressi mondiali verso gli sforzi globali della Coalizione per introdurre carburanti a basso tenore di zolfo e veicoli diesel più puliti, che è una componente cruciale di una strategia più ampia per ridurre il riscaldamento climatico a breve termine una media di 0.5 ° C su 25 anni, mentre si riduce il costo della salute pubblica dell'inquinamento atmosferico.

Questa strategia più ampia richiede che il carbone nero, o fuliggine, di tutti i settori scenda a 75 per cento sotto i livelli 2010 di 2030.

Inoltre, poiché i veicoli diesel sono una delle principali fonti di emissioni di anidride carbonica a livello globale - una stima del 88 per cento di queste emissioni dal trasporto su strada - riduzioni drastiche in questo settore andrebbero a beneficio della salute pubblica, dell'agricoltura e dei cambiamenti climatici.

A novembre 2016, i membri della Coalizione hanno adottato il Marrakech Communique, che supporta l'attuazione della strategia globale sui carburanti a basso tenore di zolfo e veicoli diesel più puliti e impegna membri specifici ad adottare standard di emissione di classe mondiale.

La strategia stabilisce gli obiettivi per soddisfare le emissioni dei veicoli e gli standard di qualità del carburante equivalenti a Euro 4 / IV di 2025 e Euro 6 / VI di 2030.

Ma il rapporto, Progresso globale verso veicoli diesel senza fuliggine in 2018, ha rilevato che era necessaria una maggiore ambizione da parte di questo settore per rimanere nell'obiettivo di una riduzione dell'75 per cento delle emissioni di anidride carbonica da parte di 2030 necessario, il che contribuirebbe a fornire una riduzione del grado 0.5 nel riscaldamento medio a breve termine - ambizione che sarebbe pari a Implementazione di Euro 4 / IV da parte di 2021 e Euro 6 / VI entro e non oltre 2025.

"Questo rapporto mostra che la qualità del carburante nazionale e gli standard di controllo delle emissioni equivalenti a Euro VI possono offrire significativi benefici climatici a breve termine", ha affermato Lead, il programma sull'aria pulita presso l'ICCT, Ray Minjares.

"L'iniziativa sui veicoli pesanti sta lavorando duramente per garantire che tutti i paesi abbiano successo nel prendere questa decisione politica", ha affermato.

La buona notizia è che esistono tecnologie chiare ed economicamente vantaggiose per ottenere riduzioni sostanziali delle emissioni dai veicoli diesel, che li rendono un buon candidato per spostare l'ago verso il favore di obiettivi climatici e di sviluppo sostenibile.

I motori "senza fuliggine" - o quelli equivalenti a o meglio di Euro VI per i veicoli diesel pesanti, Euro 5b per i veicoli diesel leggeri, o qualsiasi politica che richiede esplicitamente l'installazione di un filtro antiparticolato diesel - sono in grado di ridurre emissioni di gas di scarico del diesel BC di 99 per cento rispetto ai motori di vecchia generazione.

Veicoli più moderni, standard "forzanti i filtri" e tecnologie più pulite, più efficienti e standard di risparmio di carburante si combinano per migliorare anche l'efficienza del carburante, che tende a ridurre le emissioni di anidride carbonica da questi veicoli.

Lo studio ha rilevato che in 2018, il 40 per cento dei nuovi veicoli diesel pesanti venduti in tutto il mondo erano dotati di filtri antiparticolato diesel.

Si prevedeva che questa quota crescesse fino all'50 per cento in 2021 dopo l'entrata in vigore degli standard equivalenti Euro VI in India e Messico.

Ma all'inizio di questo mese, la Cina ha irrigidito in modo univoco quella traiettoria: il suo nuovo standard, che richiede tutti i nuovi camion, autobus e altri veicoli pesanti alimentati a diesel dovrebbero soddisfare l'Euro VI Le emissioni equivalenti di 2021 assicurano che i due terzi dei nuovi veicoli diesel per impieghi gravosi saranno privi di fuliggine nell'arco di tre anni.

All'inizio di quest'anno, il Messico, membro della Coalizione, è diventato il primo paese latinoamericano ad adottare gli standard nazionali Euro VI per i veicoli pesanti, e l'India si sta spostando verso gli standard Euro VI a livello nazionale da 2020.

Le emissioni dei trasporti sono state un tema scottante durante la Settimana del clima Asia-Pacifico della scorsa settimana e il World Cities Summit di Singapore, svoltosi pochi giorni dopo la pubblicazione della relazione congiunta, con i partecipanti che hanno sottolineato i molteplici vantaggi di affrontarli.

"Abbiamo bisogno di rafforzare il collegamento tra ambiente e salute per contribuire a spingere il cambiamento globale verso la mobilità pulita", ha dichiarato il direttore dell'Ambiente dell'ONU, Asia e Pacifico, Dechen Tsering, in una sessione sulla mobilità urbana a basse emissioni di carbonio.

"Abbiamo bisogno di misure per ridurre il black carbon e il particolato, ora dobbiamo esaminare le diverse aree e come implementarle. Portarli in contributi a livello nazionale è importante, ma abbiamo anche bisogno di campioni e leader che lo facciano accadere ", ha detto.

Il rapporto raccomandava l'armonizzazione delle politiche tra i blocchi commerciali: "l'allineamento delle norme sulle emissioni dei veicoli, gli standard di qualità dei carburanti e le politiche di importazione dei veicoli usati tra paesi con forti legami economici potrebbero avere l'ulteriore vantaggio di eliminare o ridurre gli ostacoli al progresso, come problemi di competitività, traffico transfrontaliero, accesso limitato a carburanti più puliti e disponibilità limitata di modelli di veicoli conformi alle specifiche di progettazione locali ".

Leggi il rapporto qui:Progresso globale verso veicoli diesel senza fuliggine in 2018


L'Iniziativa sui veicoli pesanti sta organizzando seminari sub-regionali sull'armonizzazione degli standard di emissione senza fuliggine in Asia in ottobre e in Sud America a settembre. L'incontro in Asia sarà co-ospitato dal governo della Thailandia con inviti a tutti i paesi membri dell'ASEAN. L'incontro in Sud America sarà co-ospitato dal governo argentino.