BreatheLife dà il benvenuto al primo membro indiano, Chilamathur Mandal - BreatheLife 2030
Aggiornamenti di rete / Chilamathur, Andhra Pradesh, India / 2018-12-23

BreatheLife dà il benvenuto al primo membro indiano, Chilamathur Mandal:

La regione amministrativa di oltre residenti 35,000 aspira a modellarsi sui campioni di "resilienza" ProtoVillage

Chilamathur, Andhra Pradesh, India
Forma Creato con Sketch.

Potrebbe prendere un villaggio per crescere un bambino - come dice il proverbio - ma in Andhra Pradesh, uno stato sulla costa sud-orientale dell'India, un villaggio sta sollevando le aspirazioni degli over residenti 35,000 nella sua regione e ridefinendo cosa significa essere "resiliente".

Chilamathur Mandal, una divisione amministrativa nello stato dell'Andhra Pradesh, è diventato il primo membro dell'India della campagna BreatheLife, ispirato all'ingegno di un singolo villaggio nella sua piega.

ProtoVillage, una "comunità intenzionale" formata dagli abitanti del villaggio della zona, è iniziata con le famiglie 10 del villaggio di Tekulodu, su un terreno marginale in un distretto soggetto a siccità, in cui hanno solcato soluzioni per la sostenibilità: mulini a vento, pannelli solari, cucina solare, raccolta dell'acqua piovana , pacciamatura e arricchimento del suolo con materia organica e imboschimento - con l'obiettivo di creare un modello di villaggio resiliente.

La resilienza, in questo caso, è definita come l'accesso sostenibile a "cibo, acqua, riparo, abbigliamento, assistenza sanitaria, energia, commercio, connettività, istruzione e gestione delle calamità" - quindi il villaggio è anche abilitato al wifi, utilizzando la linea diretta di -alta tecnologia.

Alcune caratteristiche di ProtoVillage: agricoltura sostenibile, raccolta dell'acqua piovana, cookstoves solari e connettività internet. Le turbine eoliche e i pannelli solari fotovoltaici aumentano l'autosufficienza energetica della comunità. Foto di ProtoVillage

ProtoVillage è nato da un'idea di Kalyan Akkipeddi, istruito da MBA, che, nel tentativo di comprendere e risolvere il problema della povertà nel suo paese, ha trascorso due anni e mezzo viaggiando attraverso l'India rurale, attraverso una cintura tribale di Kutch, a ovest di L'India ai Sundarban in Oriente, basandosi sulla gentilezza degli abitanti dei villaggi per tutto il tempo.

"Le persone che mi hanno nutrito e ospitato erano quelle che vivevano con meno di $ 1 al giorno", ha detto.

Era così convinto che risolvere la povertà non aveva a che fare con lo sradicamento che con l'abbondanza che in 2010, Akkipeddi, insieme a sua moglie Shobitha, abbandonarono la loro vita in città, vendettero i loro beni e comprarono il pezzo di terra nel villaggio di Tekulodu - e trasferito lì.

"Ci siamo resi conto attraverso questo lavoro che gli abitanti del villaggio rispettano le persone che dimostrano soluzioni piuttosto che parlare di loro, quindi mostrale piuttosto che dirglielo", ha detto Akkipeddi.

Iniziarono lavorando con una sola famiglia il cui reddito annuale era allora le rupie indiane 7,000 ($ 150), che era pronto a emigrare dal villaggio per mancanza di opportunità.

Otto anni dopo, il ProtoVillage ha altri villaggi nella regione che bussano alla porta del loro Visitor's Center, cercando di replicare la resilienza della comunità in una delle regioni più aride del paese.

Sta per espandersi: da allora ha acquistato ettari di terreno 12.5 all'interno dello stesso gruppo di villaggi, con il piano di sviluppare un "modello di comunità rurale" che potrebbe costituire la base per l'apprendimento, la pratica e la diffusione delle conoscenze per supportare qualsiasi comunità interessata nell'organizzarsi per la resilienza.

Quella famiglia originale ora guadagna rupie indiane 14,000 al mese ed è autosufficiente in termini di esigenze di base.

"Credo che la ragione per cui le comunità si disintegrano è che i modelli di ruolo che rafforzano la disintegrazione attraverso la crescita guidata dal consumo sono nettamente più numerosi dei modelli di ruolo che rafforzano la resilienza", ha detto Akkipeddi, "quindi la soluzione è costruire un sacco di buone comunità di modelli di il paese, almeno uno per ogni distretto. "

Sta inoltre crescendo lo scopo di questo modello autosufficiente: la comunità sta esplorando la possibilità di fabbricare tessuti con piante che crescono facilmente nella regione e hanno costruito e scandagliato i bagni domestici 60 che si nutrono in un impianto di biogas comune nelle speranze di usare il gas che genera per alimentare la loro impresa di saponificazione.

È stata questa ultima iniziativa in particolare a catturare l'attenzione del resto della regione di Chilamathur Mandal, che vuole seguire l'esempio, osservando che si è occupata dello smaltimento dei rifiuti del villaggio generando energia pulita che è stata utilizzata in modo produttivo e, in un su scala più ampia, potrebbe incoraggiare l'uso di servizi igienici sanitari.

Ciò alimenta anche l'impegno di BreatheLife per ridurre l'inquinamento atmosferico, compresi gli inquinanti climatici, dai settori della gestione dei rifiuti, dell'alimentazione e dell'agricoltura e dell'inquinamento atmosferico domestico.

Allo stato attuale, secondo il mandato, centinaia di agricoltori della regione sono già stati convertiti a metodi di agricoltura naturale, ma ProtoVillage continua a promuovere l'agricoltura naturale, in particolare la pacciamatura, nella speranza di ridurre una delle persistenti fonti di aria stagionali dell'India inquinamento: combustione agricola.

L'autorità mandataria e ProtoVillage mirano anche a creare consapevolezza dei rischi per la salute associati al carbone e alla combustione del legno e a promuovere opzioni di rifugio efficienti dal punto di vista energetico e della terra come quelle utilizzate per costruire il centro visitatori, le baracche degli attrezzi, il centro studi e la cucina comunitaria.

Akkipeddi e sua moglie stanno ora allevando i loro figli nella comunità che hanno iniziato, e sperano che il villaggio che hanno portato a una maggiore sostenibilità innalzerà una nazione di buone comunità di modelli di ruolo.

La partecipazione di Chilamathur a BreatheLife è stata lanciata sabato, 22 di dicembre, in un concerto di BreatheLife intitolato al pluripremiato artista Ricky Kej.

Guarda Kalyan Akkipeddi raccontare la storia di ProtoVillage: Una ricerca di resilienza su TED Talks

Segui il viaggio dell'aria pulita di Chilamathur Mandal qui.


Banner foto di Bhoomi College /CC BY-NC 2.0.