La rete BreatheLife dà il benvenuto alla regione vallone: ​​BreatheLife 2030
Aggiornamenti città / Vallonia, Belgio / 2018-04-30

La rete BreatheLife dà il benvenuto alla regione vallona:

La regione belga di oltre 3.6 milioni di persone si unisce alla rete globale di aria pulita

Vallonia, Belgio
Forma Creato con Sketch.

La rete BreatheLife accoglie la Vallonia, una regione nel sud del Belgio di oltre 3.6 milioni di residenti.

Negli ultimi anni, la Regione vallone (o Vallonia) ha lanciato autobus ibridi in diverse città, compresa la capitale regionale Namur, ha chiesto proposte per sviluppare comuni a zero rifiuti e ha iniziato a preparare un piano aggiornato di clima, energia e qualità dell'aria che sostituirà quello attuale (2016 - 2022), per soddisfare gli obiettivi e gli obblighi 2030 stabiliti dall'Unione Europea per queste tre aree.

Gli obiettivi Walloon 2020 e 2030 per la qualità dell'aria derivano dagli obiettivi del Belgio stabiliti dal Direttiva UE 2016 / 2284. Sulla base di questa direttiva, la regione vallona deve ridurre le sue emissioni di PM2.5 di 20 per cento per 2020 e di 39 per cento per 2030, rispetto al livello 2005. La Regione ha anche impegni specifici per le emissioni di ossidi di azoto, biossido di zolfo, composti organici volatili e ammoniaca.

La regione vallona è sulla buona strada per raggiungere i suoi obiettivi di riduzione 2020 per il PM2.5 e gli altri quattro inquinanti atmosferici.

"Stiamo attualmente preparando il prossimo piano integrato" Air - Climate - Energy "per 2030 basato su analisi, studi, incontri con le parti interessate e consultazioni pubbliche", hanno dichiarato il ministro dell'Ambiente, la transizione ecologica, la pianificazione territoriale, i lavori pubblici, la mobilità , Trasporti, benessere degli animali e parchi commerciali, Carlo Di Antonio.

Sulla politica climatica, l'attuale obiettivo climatico della regione per i settori al di fuori dell'Emission Trading Scheme (ETS) è una riduzione dell'14.7 per cento delle emissioni di gas serra rispetto ai livelli 2005 di 2020. Il nuovo obiettivo per il Belgio nell'ambito del regolamento di condivisione dello sforzo stabilisce una riduzione del 35 per cento in 2030 rispetto al livello 2005. L'obiettivo della regione vallona deve ancora essere determinato in quanto l'obiettivo del Belgio deve essere ripartito tra le tre regioni del Belgio.

Gli inventari delle emissioni mostrano che le emissioni atmosferiche di vari inquinanti sono diminuite significativamente in Vallonia portando ad un miglioramento generale della qualità dell'aria dagli 1990s, migliorando la qualità generale dell'aria, principalmente a causa della diminuzione del fabbisogno energetico e ad una crescita quintuplicata nell'uso di fonti di energia rinnovabile da 1990 a 2010. Questi miglioramenti sono principalmente dovuti a:

• una politica ambiziosa nei settori industriali che impone standard di emissione migliorati attraverso le autorizzazioni e l'applicazione delle BAT, ma anche alla chiusura di alcuni grandi produttori di siderurgia nell'industria siderurgica;

• importanti miglioramenti dell'efficienza energetica, riduzione del fabbisogno energetico, crescita dell'uso di energie rinnovabili, costruzione di prestazioni energetiche;

• attuazione degli standard Euro UE nel settore dei trasporti; e

• attuazione della legislazione UE sugli standard dei prodotti.

Il trasporto è ora un obiettivo principale in termini di inquinamento atmosferico e riduzione dei gas serra. Oltre a lavorare con le città per lanciare le prime flotte di autobus elettrici, il governo regionale sta preparando una nuova strategia di mobilità che coinvolgerà veicoli a basse emissioni, un trasporto di massa più efficiente, carovane e piste ciclabili. Comprende anche un quadro per l'attuazione delle zone a basse emissioni (LEZ) nelle principali città e un divieto progressivo per le auto a benzina e diesel a partire da 2023.

Un punto saliente sul fronte della gestione dei rifiuti è stato un nuovo invito a presentare proposte da parte del governo regionale ai comuni per i comuni a zero rifiuti all'inizio di quest'anno dopo il successo di un round iniziale dello scorso anno.

L'inquinamento stagionale può ancora rappresentare un problema, in particolare, "picchi di inquinamento", aumenti ampi e rapidi delle concentrazioni di particolato nell'aria (PM10, PM2.5), che si verificano in inverno o in primavera quando le condizioni meteorologiche impediscono la dispersione di particelle o quando si propagano innescare alti livelli di concentrazioni secondarie di particolato.

Quando le concentrazioni salgono a determinate soglie predeterminate, la regione attiva a piano gestito da vallone Agenzia aerea e climatica (AWAC) in collaborazione con il Regional Crisis Centre (CRC) e il Agenzia interregionale belga per l'ambiente (CELINE), per limitare gli impatti sulla salute e sull'ambiente.

Può includere misure di gestione del traffico stradale; avvisi al pubblico e agli automobilisti e pubblicità ai cittadini per promuovere l'uso del trasporto pubblico e scoraggiare il riscaldamento a legna; e piani specifici del settore e del comune nelle aree più sensibili.

Le misure preventive includono a campagna per sensibilizzare sulle buone pratiche per i caminetti aperti e le stufe a legna, con nuovi video educativi.

Anche la regione vallona pubblica i dati sulla qualità dell'aria online.

Una potenza della rivoluzione industriale, il viaggio dinamico e pulito della regione vallona ha il potenziale per ispirare molte regioni e città simili nelle loro trasformazioni verso 2030.

Segui il viaggio aereo pulito della regione vallona qui.


Foto banner di Stephane Mignon.