I miglioramenti della qualità dell'aria di Pechino sono un modello per altre città: BreatheLife 2030
Aggiornamenti di rete / Pechino, Cina / 2019-03-11

I miglioramenti della qualità dell'aria di Pechino sono un modello per altre città:

Decenni di duro lavoro e tentativi ed errori hanno visto miglioramenti significativi nella qualità dell'aria della città. Una nuova relazione illustra questi sforzi e gli ambiziosi passi che Pechino sta intraprendendo per continuare a ridurre l'inquinamento atmosferico.

Pechino, Cina
Forma Creato con Sketch.
Momento della lettura: 3 verbale

Questo articolo è apparso originariamente sul sito web Climate and Clean Air Coalition.

In 1998 Pechino ha dichiarato guerra all'inquinamento atmosferico. La sfida consisteva nel trovare modi per migliorare la qualità dell'aria in una delle città più grandi e in più rapida crescita nei paesi in via di sviluppo. 20 anni dopo e sembra che Pechino stia vincendo la battaglia. La qualità dell'aria è migliorata notevolmente e le lezioni apprese forniscono una tabella di marcia per altre città che affrontano l'inquinamento atmosferico.

Un nuovo rapporto del Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (Ambiente delle Nazioni Unite) e l'Ufficio ecologico e ambientale municipale di Pechino (BEE) sottolinea come il programma di gestione della qualità dell'aria di Pechino si sia evoluto nell'ultimo quarto di secolo e formuli raccomandazioni per il vicino, medio e lungo termine passi che Pechino può fare per mantenere il suo slancio verso l'aria pulita.

Il rapporto, Una revisione del controllo dell'inquinamento atmosferico degli anni 20 a Pechino, è stato compilato da un team di esperti internazionali e cinesi guidato dall'ONU per oltre due anni. Copre 1998 fino alla fine di 2017.

"Questo miglioramento della qualità dell'aria non è avvenuto per caso. È stato il risultato di un enorme investimento di tempo, risorse e volontà politica ", ha affermato Joyce Msuya, direttore esecutivo facente funzione di UN Environment. "Capire la storia dell'inquinamento atmosferico di Pechino è cruciale per qualsiasi nazione, distretto o comune che desideri seguire un percorso simile".

He Kebin, il principale autore del rapporto e preside della Scuola dell'Ambiente della Tsinghua University, ha detto che Pechino è passata da 1998 a 2013, ma che ci sono stati anche miglioramenti più significativi sotto Pechino Piano d'azione Clean Air 2013-2017.

In 1998, l'inquinamento atmosferico a Pechino era dominato dalla combustione del carbone e dai veicoli a motore. I principali inquinanti hanno superato i limiti nazionali. Nei successivi anni 15, Pechino ha implementato una serie di misure incentrate sull'ottimizzazione delle infrastrutture energetiche, il controllo dell'inquinamento da carbone e i controlli sulle emissioni dei veicoli. Con 2013 i livelli di inquinanti atmosferici erano diminuiti (vedi grafico sotto) e alcuni inquinanti, come il monossido di carbonio e il diossido di zolfo, rispettavano gli standard nazionali.

In 2013 Pechino ha adottato misure più sistematiche e intensive per il controllo dell'inquinamento atmosferico. Entro la fine dell'inquinamento da particolato fine 2017 (PM2.5) è diminuito del 35% e del 25% nella regione circostante di Pechino-Tianjin-Hebei. Gran parte di questa riduzione proveniva da misure per controllare le caldaie a carbone, fornire combustibili domestici più puliti e ristrutturazioni industriali. Durante questo periodo le emissioni annue di anidride solforosa (SO2), ossidi di azoto (NOx), particolato (PM10) e composti organici volatili a Pechino sono diminuite rispettivamente di 83%, 43%, 55% e 42%.

Il sistema di gestione della qualità dell'aria di Pechino è supportato dal monitoraggio e dalla valutazione, dalla ripartizione delle fonti di inquinamento e dagli inventari delle emissioni. Contiene anche norme legali complete e rigorosa applicazione della legge ambientale. Il lavoro sulla qualità dell'aria è sostenuto da politiche economiche, partecipazione pubblica e coordinamento sulla prevenzione e il controllo dell'inquinamento atmosferico nella regione di Pechino-Tianjin-Hebei.

Il signor Yu Jianhua, vice capo dell'Ufficio municipale di ecologia e ambiente di Pechino, ha affermato che mentre si è ottenuto molto, si può fare di più.

"Al momento, la concentrazione di PM2.5 a Pechino continua a non soddisfare gli standard nazionali di qualità dell'aria ambiente e supera di gran lunga i livelli raccomandati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), e gli episodi di inquinamento pesante avvengono ancora durante l'autunno e l'inverno". "Risolvere tutti questi problemi di qualità dell'aria sarà un processo a lungo termine. Siamo disposti a condividere la nostra conoscenza accumulata da tempo e il nostro patrimonio di esperienza sull'inquinamento atmosferico con altre città dei paesi in via di sviluppo ".

Liu Jian, Chief Scientist dell'ONU per l'ambiente, ha detto che i risultati riflettono l'enfasi posta dal governo cinese sulla protezione ambientale e l'input e l'intensità del controllo dell'inquinamento negli ultimi anni

"Gli sforzi, i risultati, le esperienze e le lezioni di Pechino nel controllo dell'inquinamento atmosferico negli ultimi venti anni meritano di essere analizzati e condivisi al fine di progredire nella governance ambientale globale", ha affermato.

Questa è la terza valutazione indipendente delle Nazioni Unite sulla qualità dell'aria di Pechino, in seguito al Valutazione ambientale indipendente: giochi olimpici di Pechino 2008 e Una revisione del controllo dell'inquinamento atmosferico a Pechino: 1998-2013, che sono stati pubblicati rispettivamente in 2009 e 2016.

Dechen Tsering, direttore dell'ufficio regionale per l'Asia Pacifico dell'ONU, ha dichiarato che l'ambiente delle Nazioni Unite si è impegnato a promuovere lo sviluppo sostenibile e le migliori pratiche nei paesi e nelle città di tutto il mondo.

"Pechino ha ottenuto notevoli miglioramenti della qualità dell'aria in un breve lasso di tempo", ha detto la signora Tsering. "È un buon esempio di come una grande città in un paese in via di sviluppo possa bilanciare la protezione dell'ambiente e la crescita economica".

La pubblicazione del rapporto è stata sostenuta dall'Associazione ONU Climate and Clean Air Coalition.

Helena Molin Valdés, capo della Coalizione per il clima e l'aria pulita, ha dichiarato: "L'inquinamento atmosferico è una delle maggiori sfide ambientali che il mondo deve affrontare oggi. Pechino ha mostrato cosa è possibile e sta aumentando le loro azioni e ambizioni per i prossimi anni 20. I loro sforzi vanno a beneficio della salute, dello sviluppo sostenibile e del clima condiviso e superano di gran lunga i costi del non fare nulla ".

Al lancio del rapporto è stato presentato un video che mette in evidenza il monitoraggio della qualità dell'aria della rete ad alta densità di Pechino.

Scarica il report in Inglese or Cinese

Scarica il comunicato stampa qui.

Leggi l'articolo originale qui.


Foto di banner della Coalizione per il clima e l'aria pulita.