L'inquinamento atmosferico uccide ogni anno bambini 600,000: WHO report - BreatheLife 2030
Aggiornamenti di rete / Ginevra, Svizzera / 2018-10-29

L'inquinamento atmosferico uccide ogni anno bambini 600,000: WHO riferisce:

Più del 90% dei bambini di tutto il mondo respira aria tossica ogni giorno, secondo il rapporto diffuso alla vigilia della grande conferenza

Ginevra, Svizzera
Forma Creato con Sketch.

La londinese Ella Kissi-Debrah di nove anni, che amava nuotare, ballare e giocare a calcio, divenne il raro volto umano di una statistica tragica.

Ha avuto un attacco asmatico e morì quando l'inquinamento atmosferico si alzò vicino a casa sua a febbraio 2013.

Fu l'ultimo di una serie di attacchi d'asma negli anni in cui la sua famiglia aveva vissuto lì, 25 metri dalla South Circular Road di Londra, un "Hotspot dell'inquinamento famigerato"e, come tutti tranne uno dei suoi ricoveri in ospedale, ha coinciso con un picco di inquinamento atmosferico nella sua località.

Quest'ultimo è stato uno dei risultati di un rapporto del prof Stephen Holgate, presidente del comitato consultivo del governo britannico sugli effetti dell'inquinamento atmosferico, che, secondo la BBC, ha detto che l'esposizione agli inquinanti atmosferici era un "fattore chiave" delle condizioni di Ella e ha concluso che "i livelli illegali di inquinamento atmosferico hanno contribuito alla causa e alla gravità dell'asma di Ella in un modo che ha compromesso enormemente la sua qualità di vita ed era causale della sua asma fatale" attacco".

In 2016, in tutto il mondo, i genitori dei bambini 600,000, proprio come Ella, hanno seppellito i loro figli.

Questo è il numero di bambini che sono morti in quell'anno per infezioni acute delle basse vie respiratorie causate da aria inquinata, secondo un nuovo rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità pubblicato oggi, la vigilia del primo Conferenza mondiale dell'OMS sull'inquinamento atmosferico e la salute.

Il rapporto, Inquinamento atmosferico e salute dei bambini: Prescrivere l'aria pulita, Ho scoperto che ogni giorno circa l'93% dei bambini del mondo al di sotto degli anni 15 (1.8 miliardi di bambini) respira aria così inquinata che mette a serio rischio la salute e lo sviluppo.

Esamina il pesante bilancio dell'inquinamento atmosferico sia esterno che domestico sulla salute dei bambini del mondo, in particolare nei paesi a basso e medio reddito.

"L'aria inquinata sta avvelenando milioni di bambini e rovina le loro vite", afferma il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS. "Questo è imperdonabile. Ogni bambino dovrebbe essere in grado di respirare aria pulita in modo che possano crescere e realizzare il loro pieno potenziale. "

L'inquinamento atmosferico influisce anche sul neurosviluppo e sulle capacità cognitive e può scatenare l'asma e il cancro infantile. I bambini che sono stati esposti ad alti livelli di inquinamento atmosferico possono essere maggiormente a rischio di malattie croniche come le malattie cardiovascolari più avanti nella vita.

Uno dei motivi per cui i bambini sono particolarmente vulnerabili agli effetti dell'inquinamento atmosferico è che respirano più rapidamente degli adulti e quindi assorbono più inquinanti. Vivono anche più vicino al terreno, dove alcuni inquinanti raggiungono concentrazioni di picco - in un momento in cui i loro cervelli e corpi sono ancora in via di sviluppo.

I neonati e i bambini piccoli sono anche più esposti all'inquinamento atmosferico domestico nelle abitazioni che utilizzano regolarmente combustibili e tecnologie inquinanti per cucinare, riscaldare e illuminare.

"L'inquinamento atmosferico sta ostacolando il cervello dei nostri figli, compromettendo la loro salute in più modi di quanto sospettassimo. Ma ci sono molti modi semplici per ridurre le emissioni di inquinanti pericolosi ", ha detto la dott.ssa Maria Neira, direttore del Dipartimento di salute pubblica, determinanti ambientali e sociali della salute dell'OMS.

Il rapporto rafforza anche la prova che quando le donne incinte sono esposte all'aria inquinata, sono più propense a partorire prematuramente e hanno figli piccoli e di peso inferiore alla nascita.

"L'OMS sta sostenendo l'attuazione di misure politiche per la salute come l'accelerazione del passaggio a combustibili e tecnologie di cottura e riscaldamento puliti, promuovendo l'uso di trasporti più puliti, alloggi efficienti dal punto di vista energetico e pianificazione urbana. Stiamo preparando il terreno per la produzione di energia a basse emissioni, tecnologie industriali più pulite e più sicure e una migliore gestione dei rifiuti urbani ", ha affermato il dott. Neira.

Quest'ultimo rapporto dell'OMS giunge alla testa di una stragrande serie di prove che menzionano l'inquinamento atmosferico come un fattore importante in un ampio numero di malattie non trasmissibili, tra cui ictus, malattie cardiache, cancro e diabete, e i collegamenti stanno emergendo con altri impatti come deterioramento cognitivo, demenza e morbo di Alzheimer.

Per la famiglia del giovane Ella, la conoscenza di questi collegamenti è arrivata troppo tardi, ma mamma Rosamund fa campagne per l'aria pulita nella speranza che la consapevolezza protegga la salute degli altri bambini.

"Se avessi saputo allora quello che so ora, le cose avrebbero potuto essere così diverse. Non posso tornare indietro, ma ora posso proteggere meglio i miei gemelli 11, che ogni giorno perdono la loro sorella maggiore ", ha detto.

Leggi il rapporto completo qui.


Prima conferenza mondiale dell'OMS sull'inquinamento atmosferico e la salute, che si apre a Ginevra martedì 30 di ottobre, offrirà l'opportunità ai leader mondiali; ministri della salute, dell'energia e dell'ambiente; sindaci; capi di organizzazioni intergovernative; scienziati e altri si impegnano ad agire contro questa grave minaccia per la salute, che accorcia le vite di circa 7 milioni di persone ogni anno. Le azioni dovrebbero includere:

• Azione da parte del settore sanitario per informare, educare, fornire risorse agli operatori sanitari e impegnarsi nella definizione di politiche intersettoriali.

• Attuazione di politiche volte a ridurre l'inquinamento atmosferico: tutti i paesi dovrebbero lavorare per soddisfare le linee guida internazionali sulla qualità dell'aria dell'OMS per migliorare la salute e la sicurezza dei bambini. Per raggiungere questo obiettivo, i governi dovrebbero adottare misure quali la riduzione della dipendenza eccessiva dai combustibili fossili nel mix energetico globale, l'investimento in miglioramenti nell'efficienza energetica e la facilitazione dell'utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili. Una migliore gestione dei rifiuti può ridurre la quantità di rifiuti bruciati all'interno delle comunità e quindi ridurre l'inquinamento atmosferico della comunità. L'uso esclusivo di tecnologie pulite e combustibili per le attività di cottura, riscaldamento e illuminazione domestica può migliorare drasticamente la qualità dell'aria all'interno delle case e nella comunità circostante.

• Misure per minimizzare l'esposizione dei bambini all'aria inquinata: le scuole e i parchi giochi dovrebbero essere collocati lontano dalle principali fonti di inquinamento atmosferico come strade trafficate, fabbriche e centrali elettriche.


Foto di banner di Aulia Erlangga / CIFOR /CC BY-NC-ND 2.0.